Transizione energetica, Graded: ecco i vantaggi ambientali del biometano

116
in foto Anna Longobardi

Biometano e sostenibilità ambientale: ad approfondire questo binomio e le sue diverse implicazioni per la transizione energetica oggi è stata l’ingegnere Graded, Anna Longobardi, Specialista in FER, Biogas, Biofuel, intervenendo al webinar organizzato da Confindustria Salerno sul tema: “Le dimensioni dell’economia circolare”. Riflettori puntati, in particolare, sulle componenti di rilevanza agricola ed ambientale contenute nella Missione 2 del PNRR  “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”; sulla linea di investimento che riconosce l’importanza dello sviluppo del biocombustibile; sui vantaggi ambientali riconducibili a un impianto di produzione di biometano (dalla chiusura del ciclo degli scarti agricoli e degli effluenti zootecnici alla produzione di energia da fonte rinnovabile e sostenibile, dalla decarbonizzazione del settore dei trasporti alla lotta all’inquinamento atmosferico, passando per i benefici agronomici derivanti dall’uso del digestato, ovvero restituzione al suolo di nutrienti e riduzione dell’uso di fertilizzanti chimici). Nel corso del suo intervento, Anna Longobardi si è soffermata anche sui principali driver di diffusione e sul quadro normativo, sui requisiti da rispettare affinché una bioenergia possa essere ritenuta sostenibile e sulla mobilità green.