Trasformazione dei prodotti della pesca: in Campania 7,5 milioni per le Pmi

152

Via libera della Regione Campania al decreto dirigenziale che approva il bando della Misura 5.69 “Trasformazione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura” il cui termine di scadenza è fissato alle ore 13 del sessantesimo giorno successivo della pubblicazione sul Bollettino Ufficiale.

Il bando sostiene le iniziative legate al risparmio energetico, alla riduzione dell’impatto ambientale, al trattamento dei rifiuti, al miglioramento della sicurezza, igiene e salute dei lavoratori.

La dotazione finanziaria è fissata in 7,5 milioni di euro

Sono ammissibili al finanziamento esclusivamente le imprese che hanno una dimensione aziendale di micro, piccole o medie imprese (Pmi) e sono situate nel territorio della regione Campania.

L’importo del contributo pubblico è pari al 50% della spesa riconosciuta e la soglia massima è fissata in 2,5 milioni di euro

La spesa ammissibile a cofinanziamento può riguardare lavori per costruzione ex novo o ampliamento di impianti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; lavori per adeguamento o ammodernamento di impianti già esistenti per la trasformazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura; acquisto di terreni e di fabbricati; costruzione ex novo o ammodernamento di navi officina; forniture di beni (attrezzature, macchinari, dispositivi di sicurezza e impianti specialistici) e spese generali (costi generali e costi amministrativi).