Trasporti, lancio di bottiglie contro un bus: la denuncia del sindacato

48

Lancio di bottiglie contro un bus a Napoli, ferito da schegge il conducente: lo rende noto la Fit Cisl Campania. Secondo la ricostruzione del sindacato, ieri sera, verso le 22.30, il bus linea R2 aveva appena effettuato il transito in andata per piazza Trieste e Trento e stava ritornando al parcheggio Brin, quando in via Medina il conducente ha rallentato per permettere l’attraversamento della strada ad alcuni pedoni. E’ stato allora che il bus e’ stato raggiunto dal lancio di bottiglie di vetro da parte di due o tre persone.Il conducente e’ stato colpito da alcune schegge di vetro che lo hanno ferito. Stamattina e’ stato medicato al pronto soccorso ospedaliero di Castellammare di Stabia per la rimozione di detriti di vetro nell’occhio per poi bendarlo con una convalescenza di 8 giorni. A bordo del bus vi erano circa 10 di persone e qualche turista, nessuno e’ rimasto ferito. Sul posto, sottolinea la Fit Cisl, “sono intervenute prontamente le forze di polizia che hanno prestato assistenza al conducente e aperto le relative indagini”. Alfonso Langella, segretario Generale della Fit Cisl Campania, e Luca Possemato Luca coordinatore regionale aggiunto del TPL Campania, definiscono questi episodi “atti criminali” ed esprimono “piena solidarieta’ al lavoratore di Anm e a tutta la categoria: questi lavoratori prestano unicamente un servizio per la cittadinanza con le difficolta’ esistenti e non possono rischiare la propria incolumita’”. “Riteniamo indispensabile intervenire con il pugno duro contro questi episodi, questi individui devono essere individuati”, concludono Langella e Possemato.