Trasporto pubblico locale, via al riparto dei fondi: 350 milioni per il rinnovo degli autobus

50

Via libera oggi da Regioni, Province e Comuni al riparto delle risorse per il rinnovo dei parchi automobilistici per il trasporto pubblico locale e regionale, su proposta del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, e per l’anticipazione del 60% del Fondo Nazionale 2016 per il concorso dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, su proposta del Ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, di concerto con il ministro Delrio. Lo schema di decreto del ministro Delrio per il rinnovo dei parchi autobus utilizzati per i servizi di trasporto pubblico regionale e locale ha avuto il parere favorevole della Conferenza Stato-Regioni, presieduta dal Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Enrico Costa, e ripartisce tra le Regioni le risorse stanziate sul Fondo per l’acquisto di veicoli adibiti al miglioramento del trasporto pubblico locale.

In particolare, si prevede il riparto di 352.449.622 euro, di cui 227.449.622 per l’anno 2015 e 125 mln per l’anno 2016. Gli stanziamenti previsti sullo stesso Fondo per gli anni 2017, 2018 e 2019, confluiranno, dal 2017, sul nuovo Fondo istituito dalla Legge di stabilita’ 2016 (articolo 1, comma 866) per il concorso dello Stato al raggiungimento degli standard europei del parco mezzi destinato al trasporto pubblico locale e regionale per l’accessibilita’ per persone a mobilita’ ridotta, finalizzato all’acquisto diretto o tramite di societa’ specializzate, alla riqualificazione elettrica o al noleggio dei mezzi adibiti al tpl.
Alla Conferenza Unificata, presieduta dal ministro Costa, e’ stato approvato il parere sullo schema di decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze Padoan, di concerto con il Ministro Delrio, per l’erogazione dell’anticipazione del 60% del Fondo Nazionale 2016 per il concorso finanziario dello Stato agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario, nelle regioni a statuto ordinario. Lo schema di decreto e’ relativo all’anticipazione del 60% dello stanziamento per l’esercizio 2016, pari a 2.834.260.285,04 euro su 4.850.776.000 del Fondo nazionale.
L’importo dell’anticipazione viene ripartito ed erogato al netto delle penalità applicate alle Regioni che, nel 2015, non hanno raggiunto gli obiettivi di efficientamento e razionalizzazione.