Tre mln alle Università campane
Fondi per 19 progetti di ricerca

17

L’Assessorato regionale all’Istruzione ha firmato i decreti di ammissione a finanziamento per 19 progetti di ricerca e di azione presentati dalle universita’ campane, nell’ambito della valutazione L’Assessorato regionale all’Istruzione ha firmato i decreti di ammissione a finanziamento per 19 progetti di ricerca e di azione presentati dalle universita’ campane, nell’ambito della valutazione degli apprendimenti degli studenti campani in literacy e numeracy. I progetti, per i quali la Regione ha messo a disposizione 3 milioni di euro, contribuiranno ad elevare le competenze degli alunni delle scuole superiori, ad affinare l’attitudine e l’abilita’ ad utilizzare in modo appropriato gli strumenti socio-culturali e ad utilizzare, interpretare e comunicare informazioni e idee matematiche. “L’impegno della Regione Campania – ha dichiarato l’assessore all’Istruzione Caterina Miragliae’ testimonianza concreta della politica di impulso dell’interazione tra scuola ed universita’, nella fiducia che il contatto precoce con livelli formativi di rango superiore consentira’ agli alunni delle scuole di elevare la qualita’ ed il rigore dell’apprendimento ed a rendere piu’ familiare il controllo della logica matematica, come accade, per comune esperienza, per tutte le forme di linguaggio“. “L’Ufficio Scolastico Regionale della Campania – ha aggiunto il direttore scolastico Luisa Franzesein sintonia con gli intenti dell’Assessorato alla P.I., ha avviato un programma di interventi volti a coniugare il potenziamento dell’uso delle nuove tecnologie con gli obiettivi di Europa 2020. Accanto al Piano Nazionale Scuola Digitale con il quale ha avviato la multimedialita’ nelle scuole, la formazione dei docenti e l’editoria digitale, l’USR Campania promuove l’istruzione a distanza per ragazzi con difficolta’ a frequentare la scuola, implementa l’educazione economico-finanziaria e potenzia attraverso Etwinning Campania, il portale europeo dei gemellaggi a distanza, le otto competenze di base dell’apprendimento favorendo negli studenti campani una piu’ forte identita’ europea“.