Tregua caldo, prima crisi dell’estate: temporali e grandine

26
(foto da Pixabay)

L’Italia sta affrontando l’apice di questa fase calda che sta determinando temperature massime diffusamente prossime o superiori ai 35 gradi, con qualche picco vicino ai 39-40 gradi. L’atmosfera, pur in un contesto anticiclonico, risulta localmente instabile soprattutto al Nord, con effetti che, nel corso del fine settimana, dovrebbero interessare non solo le zone montuose, ma anche le pianure: la responsabile è una perturbazione in avvicinamento – la prima di agosto – che transiterà sull’Europa centro-orientale e si mostrerà piuttosto attiva fra questa notte e la giornata di domani. Molti i temporali attesi, avvertono i meteorologi: localmente potranno risultare anche di forte intensità, con rischio di grandine e di violente raffiche di vento. Questa evoluzione sarà contrassegnata domenica anche da una prima attenuazione piuttosto sensibile della calura al Nord e nelle regioni adriatiche del Centro. La tendenza per l’inizio della prossima settimana è per una graduale attenuazione dell’ondata di caldo anche nel resto del Centro-Sud, dove entro mercoledì si dovrebbe passare a temperature più accettabili. Tra lunedì e mercoledì dovrebbe aumentare anche l’instabilità nelle regioni centro-meridionali, mentre nella seconda parte della settimana, soprattutto verso il weekend, sembra probabile una nuova risalita delle temperature.