Trenitalia aumenta i prezzi. Ma solo per le fasce alte

31

Aumentano i prezzi base dei biglietti dei treni delle Ferrovie dello Stato Italiane (Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca) con un incremento medio del 2,7 per cento “che – sottolinea l’azienda – riguarda solo le tariffe più alte e non i prezzi economy e supereconomy. Da segnalare che sulla tratta Roma-Milano i prezzi salgono del 3,5 per cento. Secondo quanto riferisce Trenitalia all’Agi, “si tratta solo di ritocchi”. “E’ il primo adeguamento dei prezzi dal 2011 quando furono ritoccati della seconda classe con l’introduzione dei quattro livelli di servizio sui Frecciarossa”.  L’aumento medio è del 2,7 per cento. E, pertanto, ci sono anche tratte dove i prezzi salgono meno della media come, ad esempio il Napoli – Roma che cresce di un euro, pari al 2,3 per cento. I biglietti a prezzo base sono i più flessibili, ma anche quelli più cari nella gamma dei prezzi offerti. I loro ricavi costituiscono il 10 per cento del totale. Infatti i passeggeri in prevalenza si rivolgono alle tariffe economy e supereconomy, meno flessibilli ma più convenienti, o utilizzano le varie promozioni.