Trovata morta con laccio al collo, c’è un arresto

21

Verona, 15 giu. (AdnKronos) – Era il 4 giugno scorso. Il giorno in cui trovarono il cadavere di una donna con un laccio al collo, legato al termosifone, in un appartamento in via Unità d’Italia a Verona. Esclusa subito l’ipotesi di un suicidio, poco credibile alla luce della scena del crimine, sono state immediatamente avviate le attività investigative per accertare l’esatta ricostruzione dei fatti.

Le indagini, condotte dalla squadra mobile scaligera e coordinate dal sostituto procuratore Beatrice Zanotti della procura di Verona, hanno dato conferma all’ipotesi dell’omicidio, motivato da ragioni sentimentali, identificando il presunto omicida.