Trump: “Russia va riammessa nel G8” Conte d’accordo con gli Usa

22

Washington, 8 giu. (AdnKronos/Washington Post) – La Russia dovrebbe essere riammessa nel G8. Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, prima di partire per il Canada, dove è . “Perché stiamo per tenere un meeting senza la Russia? La Russia dovrebbe esserci”, ha sottolineato. “Un tempo questo era il G8, perché c’era anche la Russia”, ha osservato Trump.

“Ora la Russia non c’è. Io amo il nostro paese, sono stato l’incubo peggiore per la Russia. Detto questo, la Russia dovrebbe partecipare a questo meeting”, ha ribadito. “Potrebbe essere politicamente non corretto, ma abbiamo un mondo da gestire e dovrebbero permettere alla Russia di rientrare. Dovremmo avere la Russia al tavolo delle negoziazioni”, ha aggiunto il presidente degli Stati Uniti, riferendosi alla posizione che gli altri leader hanno assunto nei confronti di Mosca dal 2014 dopo la crisi legata alla Crimea.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al suo esordio internazionale, afferma di condividere le dichiarazioni del numero uno della Casa Bianca. “Sono d’accordo con il presidente Donald Trump: la Russia – scrive su Twitter – dovrebbe rientrare nel G8. E’ nell’interesse di tutti”.

Trump, prima di partire per il Canada, ha anche spiegato che il suo obiettivo al G7 è quello di “raddrizzare gli scorretti accordi commerciali con i paesi” che partecipano al vertice. “E se questo non succede, ne usciamo ancora meglio”, ha detto il presidente degli Stati Uniti.

Il presidente americano lascerà prima del previsto il vertice. Ad annunciarlo è stata la Casa Bianca, precisando che Trump partirà sabato mattina – diverse ore prima della conclusione dei lavori – direttamente alla volta di Singapore, dove è il programma per il 12 giugno lo storico incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un.