Tumori e diabete, Enpam in piazza per la prevenzione

9

Roma, 26 ott. (AdnKronos Salute) – Una tre giorni di visite mediche, sport, informazione e giochi per vivere in salute. Torna l’appuntamento con ‘Piazza della Salute’, l’iniziativa promossa da Enpam (Ente nazionale di previdenza dei medici e degli odontoiatri) che, per il terzo anno consecutivo, mette a disposizione dei cittadini romani in piazza Vittorio Emanuele una postazione dover poter effettuare controlli gratuiti per la prevenzione del cancro femminile (tramite visita senologica e pap-test), del diabete e del tumore del cavo orale.

“Eventi come questo sono molto importanti per sensibilizzare la popolazione, e soprattutto ci fanno capire quanto sia un tipo di servizio che le donne ricercano, perché ogni volta che organizziamo un appuntamento in piazza, ed offriamo prevenzione gratuita, la risposta è sempre molto grande – spiega all’AdnKronos Salute Francesca Alessandro, direttore amministrativo Lilt sezione provinciale di Roma – La visita senologica che offriamo consiste nell’insegnare le manovre della corretta autopalpazione. Le ragazze, già a partire dai 25 anni, dovrebbero farla una volta al mese e, una volta all’anno, sottoporsi a una visita ginecologica. Per quanto riguarda il pap-test, invece, la prevenzione deve iniziare già dai primi rapporti sessuali. Fare prevenzione – sottolinea – deve diventare qualcosa che fa parte del quotidiano di ogni ragazza”.

Oltre alla prevenzione dei tumori femminile quest’anno Enpam dedica un ciclo di incontri su diabete, sport, e salute orale con medici, dentisti ed esperti. “Siamo convinti che con campagne di sensibilizzazione si possa fare molto per i cittadini – dichiara Francesco Gianfreda, presidente Studenti Tor Vergata di Odontoiatria ed Igiene dentale (Stoid) – Soprattutto per quanto riguarda tematiche che solitamente sono poco trattate, come ad esempio le apnee notturne, problema che riguarda sia adulti sia bambini, e che impattano negativamente sulla qualità della vita e interferiscono su scuola e lavoro”.

E, in previsione della Giornata mondiale del diabete che si celebra il 14 novembre, gli esperti ribadiscono l’importanza di corretti stili di vita per la prevenzione di questa malattia: “Fondamentale è l’associazione del movimento con un’alimentazione corretta – ricorda Felice Strollo, endocrinologo del San Raffaele Termini (Roma) – Muoversi è importantissimo. L’Organizzazione mondiale della sanità consiglia almeno 150 minuti a settimana dedicati al movimento regolare, ovvero 20-30 minuti al giorno. Questo ci consente si stare bene non solo nel’immediato, ma anche nel futuro. Iniziative come la ‘Piazza della salute’ sono molto meritorie, raggiungono la popolazione e fanno capire che il medico è vicino ai cittadini”, conclude.