Tunisia, l’italiana Enel in corsa per due parchi eolici da 300 Mw

33

Dodici aziende e consorzi, tra cui l’italiana Enel, hanno passato la prima fase di un bando pubblico per la costruzione, la proprieta’ e la gestione di due parchi eolici della capacita’ installata di 300 megawatt (Mw) in Tunisia. Si tratta in particolare di un progetto da 200 Mw a Jbel Abdherrahmane, nel governatorato nord-occidentale di Nabeul, e di 100 Mw a Jbel Tbaga nel governatorato centrale di Kebili. Secondo il sito web specializzato “Windpower Monthly”, si tratta della prima fase di una gara d’appalto lanciata nel maggio 2018 per un totale di 500 Mw. I candidati selezionati sono: Acciona con Swicorp; Edf Renewables con Masdar e Mitsui; Enel; Globeleq Africa Holdings con Akuo Energy e HBG Holdings; Acwa Power con Martifer Renewables; Marubeni Corporation; Nareva Renewables con Engie; PowerChina; Total Eren con Access Infra Africa e Lucia Holding; Upc Tunisia Renewables con Ac International Holdings; Voltalia; Zorlu Enerji Electrik. All’inizio del 2019, i candidati saranno invitati a presentare offerte per le concessioni di 20 anni e per la vendita di elettricità con l’ente statale Steg. Secondo il database a disposizione di “Windpower Monthly”, la Tunisia vanta appena 245 Mw di capacita’ eolica installata.