Turismo: crescono presenze al parco Zoomarine, entro anno +15%

11

Roma, 20 set. (Labitalia) – Cresce ancora Zoomarine, il più grande parco marino italiano, alle porte di Roma. Un primo bilancio, in attesa dei dati di fine stagione, registra un aumento di presenze che per la fine dell’anno dovrebbe assestarsi attorno al 15% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La tipologia di target principale rimane la famiglia, ma crescono di molto anche i gruppi di giovani. La Campania e il Lazio si attestano come le regioni che più amano Zoomarine, assestando le percentuali complessive intorno al 70% e una crescita assoluta significativa. Si incrementano in valore assoluto e percentuale anche le presenze da altre regioni d’Italia, nonché il turismo estero, che abbina sempre più di frequente una visita a Roma a una giornata di svago al Parco. In tal senso, significativo il dato proprio sui turisti stranieri che nel 2018 fanno registrare a Zoomarine la presenza di oltre 50 nazionalità differenti.

I canali di vendita vedono il web crescere, arrivando a quasi il 57/% del totale. Cresce anche la fidelizzazione dei clienti, con i soli abbonati che sono aumentati del 20% rispetto al 2017, confermando un trend di incremento costante degli ultimi anni. Si potenzia, infine, anche la presenza di Zoomarine sia sui social network che sul web: milioni di visualizzazioni sul sito www.zoomarine.it nella stagione 2018; 250.000 iscritti alle newsletter; 250.000 iscritti su facebook; milioni di visualizzazioni sui video youtube; oltre 50.000 iscritti tra instagram e altri canali social.

E se cresce Zoomarine, cresce anche il gruppo Dolphin Discovery, la multinazionale messicana leader al mondo, che possiede 24 parchi nel mondo in 9 Paesi e che annovera più di venti anni di esperienza grazie a uno staff internazionale di alto spessore tecnico d’avanguardia. I parchi gestiti da Dolphin Discovery sono in Messico, Anguilla, Tortola, Grand Cayman, Jamaica, St. Kitts, Repubblica Dominicana, Stati Uniti e Italia. Ultima acquisizione proprio pochi giorni fa, con l’ingresso nel gruppo di ‘Dolphin Connection’, parco marino fondato nel 1990 e ospitato presso l’hotel Hawks Cay Resort in Florida.

Dolphin Connection è il secondo parco del gruppo Dolphin Discovery negli Stati Uniti, dopo l’acquisizione nel 2015 dell’altro parco con delfini della compagnia, il Gulf World situato a Panama City Florida. A guidare Zoomarine in Italia è l’amministratore delegato Renato Lenzi, con oltre 25 anni di attività internazionale nella gestione di mammiferi marini e 12 all’interno del Gruppo Dolphin Discovery. “Ci avviamo alla conclusione di una stagione per noi molto positiva, con un bilancio assolutamente favorevole che consolida il ruolo di Zoomarine nel sistema italiano ed europeo dell’intrattenimento e della divulgazione di messaggi di eco sostenibilità che abbiamo nel dna della nostra mission”, spiega Lenzi.

“La scelta di Dolphin Discovery a Zoomarine – sottolinea – si è concentrata sulla creazione di nuove esperienze interattive che si reggono sulla personalizzazione, la grande interattività e l’utilizzo di ben definiti momenti emotivi che diventano veicolo di messaggi educativi e di conservazione. Tutti gli investimenti realizzati negli anni scorsi hanno consolidato il rapporto con il nostro pubblico che si è, allo stesso tempo, ampliato e diversificato. Abbiamo ospitato quest’anno sempre più persone provenienti da nuove aree geografiche, dalle regioni del Nord Italia ai turisti stranieri, americani, inglesi e cinesi in primis”.

E in vista della chiusura della stagione estiva 2018, arrivano a Zoomarine anche i complimenti della ‘American Humane’, organizzazione nata negli Usa e oggi di profilo internazionale che da 141 anni si impegna a garantire la sicurezza e il benessere animale attraverso la valutazione di diversi parametri fisiologici ed etologici della vita degli esemplari che vivono sotto le cure umane in tutto il mondo.

Zoomarine ha conquistato lo scorso anno un autorevole primato, unico Parco in Italia e secondo in Europa a ricevere la certificazione della ‘American Humane’, un riconoscimento prestigioso, che premia il lavoro di Zoomarine nella cura e attenzione agli animali che il Parco alle porte di Roma dedica da anni anche grazie agli elevati standard qualitativi voluti dalla proprietà, il gruppo messicano Dolphin Discovery. American Humane rappresenta il gold standard più efficace e affidabile, attualmente esistente, a garanzia del benessere degli animali. L’Associazione è leader nei programmi che rafforzano il legame positivo tra essere umano e animale e opera attraverso proprie iniziative mirate alla tutela degli animali utilizzati nel cinema e negli allevamenti, al salvataggio degli animali da disastri naturali, alla certificazione del benessere degli animali negli zoo ed acquari.

Zoomarine ha ricevuto nei suoi anni di attività più volte, inoltre, il ‘Certificato di Eccellenza TripAdvisor’ ed è in lizza anche quest’anno come finalista in varie categorie ai ‘Parksmania Awards 2018’, riconoscimento che viene assegnato ogni anno dalla testata giornalistica Parksmania.it ai parchi di divertimento italiani ed europei che si sono maggiormente distinti durante la stagione per specifiche iniziative nel settore amusement.

Il parco Zoomarine negli anni ha collezionato diversi Parksmania awards nelle varie categorie, fregiandosi del più ambito premio a livello nazionale, un altro segno di riconoscimento degli esperti oltre che del pubblico. Un premio riconosciuto a livello internazionale come uno degli eventi più importanti del settore e che vede ogni anno la partecipazione dei rappresentanti dei migliori parchi italiani ed europei e aziende leader di mercato operanti nel campo del divertimento. Zoomarine, infine, ha ottenuto il riaccreditamento Eaam e Ammpa dalle associazioni internazionali più autorevoli nel campo della tutela e valorizzazione degli animali marini.