Turismo: FactorYmpresa, entro 10 settembre progetti su ‘Food&Wine’

12

Roma, 31 ago. (Labitalia) – Manca davvero pochissimo all’ultimo Accelerathon del 2018 di FactorYmpresa Turismo, il Programma promosso dal Mibac e gestito da Invitalia che offre servizi di tutoraggio e contributi economici alle imprese e agli aspiranti imprenditori della filiera turistica, con l’obiettivo di far crescere qualitativamente l’offerta e rendere l’Italia più competitiva sui mercati internazionali. Il 20 e il 21 settembre, le 20 migliori startup selezionate da Invitalia con progetti innovativi nel food&wine tourism, si sfideranno a colpi di business plan in una full immersion di 36 ore. Gli startupper lavoreranno insieme a tutor e mentor di Invitalia per ‘accelerare’ lo sviluppo dei loro progetti in grado di elevare la qualità e il tasso di innovazione del turismo enogastronomico e per migliorare le capacità del team di presentare il progetto a potenziali investitori/partner/clienti.

Ad ospitare l’Accelerathon sarà il Lingotto Fiere di Torino, nell’ambito di Terra Madre Salone del Gusto 2018, il più grande evento internazionale sul cibo organizzato da Slow Food. Nell’Anno del cibo italiano, con il suo #foodforchange, il Salone del gusto 2018 di Slow Food è la location più idonea per l’Accelerathon, perché in linea con lo spirito del progetto FactorYmpresa Turismo declinato sul tema del turismo enogastronomico.

Per partecipare alla sfida, però, c’è ancora poco tempo. E’ necessario rispondere alla call di Invitalia e presentare il proprio progetto di business innovativo sul turismo enogastronomico entro le ore 12 del 10 settembre 2018. Invitalia selezionerà i 20 migliori progetti che potranno partecipare all’Accelerathon.

Esperienza turistica, Marketing & export e Territorio, i temi sui quali viene chiesto agli startupper di lavorare per elaborare proposte in grado di creare valore per: verificare punti di forza e di debolezza del modello di business; definire come rafforzare il progetto individuando il fabbisogno di servizi specialistici; preparare un pitch di massimo 3 minuti per presentarsi alla giuria. Al termine dell’Accelerathon una giuria nominata dal Mibac e da Invitalia premierà le 10 migliori startup con un sostegno finanziario: ciascuna di esse riceverà una somma di 10.000 euro da utilizzare per lo sviluppo del progetto imprenditoriale.

Prima di preparare e caricare sulla piattaforma di FactorYmpresa Turismo la presentazione dell’idea di business (massimo 15 slide), è necessario leggere il regolamento, il contesto e la sfida. Inoltre, per migliorare e perfezionare l’idea di impresa, a partire dal 13 luglio, è online un ulteriore aiuto: il report del Town Meeting ‘Food and Wine Tourism’ che si è svolto a Torino l’11 luglio.

La giornata di ‘brainstorming’, che ha visto la partecipazione di oltre cento esperti e stakeholder del settore turistico provenienti da tutta Italia, è stata funzionale alla sfida lanciata al mondo delle imprese, perché le sollecitazioni raccolte hanno tracciato una road map in grado di orientare gli startupper impegnati a presentare progetti imprenditoriali innovativi in grado di creare valore.