Turismo, Federalberghi Napoli: ok maggio e giugno

59
“Napoli torna capitale del turismo”. Così il presidente di Federalberghi Napoli, Antonio Izzo, commenta i dati positivi relativi al ponte del 2 giugno. Per la festa della Repubblica – riferisce una nota – l’occupazione delle camere tocca un picco del 98%. In città è, infatti, quasi impossibile trovare una camera il 3 o il 4 giugno, mentre ancora poche stanze sono disponili il 2. Il dato – si evidenzia – è ancora più rilevante perché arriva dopo un mese di maggio positivo. Inoltre l’occupazione è distribuita su tre notti quando, abitualmente, l’occupazione media in città è di circa 1,8 notti, “dato negativo – dice Izzo – che pian piano stiamo risollevando. Non bisogna, però, mai fermarsi – prosegue – queste sono date storicamente positive per la città, anche se nel 2016 si evidenzia un incremento. Se da un lato si tratta di un buon segnale per l’estate ormai imminente, dall’altro bisogna anche iniziare a pensare ai periodi meno buoni come l’autunno. Per questo è necessario puntare anche sulla destagionalizzazione”. Napoli, infatti, vive 12 mesi all’anno e, nei periodi in cui il clima non è favorevolissimo, sono le istituzioni e i privati che si devono prodigare per rendere la città appetibile. “Sembrerà strano palarne alle porte dell’estate – dice Izzo – ma bisognerebbe programmare, già oggi, il prossimo Natale. Anzi siamo in ritardo, ma dobbiamo attendere le elezioni comunali. Chiunque sarà il nuovo sindaco di Napoli – conclude Izzo – dovrà comprendere la centralità del turismo nell’economia cittadina ed essere aperto al confronto. Solo così potremo proseguire un percorso positivo che non si basi su congiunture positive, ma su una programmazione seria ed efficace”.