Turismo, Pmi: 8 milioni per i contratti di rete. Contributi a fondo perduto fino a 200mila euro

125

Finanziamenti a fondo perduto fino a 200mila euro per le aggregazioni di Pmi, reti di imprese del turismo. C’è  tempo fino al prossimo 9 maggio partecipare al bando del ministero del Turismo pubblicato più di un anno dal decreto dell’8 gennaio 2013 che mette sul piatto che le imprese del settore risorse complessive per 8 milioni di euro.  

Beneficiari – Ma chi può partecipare al bando? Possono presentare domanda di accesso ai finanziamenti i raggruppamenti di piccole e micro imprese con forma giuridica di “contratto di rete” ovvero raggruppamenti di piccole e micro imprese che potranno assumere la forma giuridica di Ati  (Associazioni temporanee di imprese costituite o ancora da costituire), Consorzi e società consortili costituiti anche in forma cooperativa. Le aggregazioni non ancora costituite dovranno presentare idonea documentazione con la quale manifestano l’impegno a costituirsi formalmente entro il giorno  8 maggio 2014 a pena di esclusione.

I requisiti – Alla data di presentazione della domanda i soggetti abilitati devono possedere precisi requisiti di ammissibilità. In particolare: coerenza dell’oggetto sociale/finalità dell’aggregazione con gli obiettivi del bando; partecipazione all’aggregazione di un numero minimo di 10 piccole e micro imprese; almeno l’80% delle imprese partecipanti alla rete devono essere imprese turistiche ovvero avere il codice primario Ateco 2007 (gruppo lett. I , nonché agenzie di viaggio e società trasporto persone).

Tipologia di progetti ammissibili – Sono ammissibili proposte progettuali che prevedano spese complessivamente non inferiori a 400 mila euro. In particolare, i progetti dovranno prevedere una o più delle seguenti attività: iniziative volte alla riduzione dei costi delle imprese facenti parte della rete attraverso la messa a sistema degli strumenti informativi di amministrazione, di gestione e di prenotazione dei servizi turistici, la creazione di piattaforme per acquisti collettivi di beni e servizi; iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici con particolare riferimento a sistemi di promo-commercializzazione on line. E ancora:  implementazione di iniziative di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie e, in particolare, i nuovi strumenti di social marketing; sviluppo di iniziative e strumenti di promo-commercializzazione condivise fra le aziende della rete finalizzate alla creazione di pacchetti turistici innovativi; promozione delle imprese sui mercati esteri attraverso la partecipazione a fiere e la creazione di materiali promozionali comuni.

Risorse e termini – L’importo massimo concedibile è fissato in 200.000 euro  per ciascun progetto di rete. Non saranno ritenuti ammissibili progetti di rete che prevedono una spesa totale ammissibile inferiore a 400mila euro. La domanda deve essere presentata entro il 9 maggio 2014.

IL BANDO IN PILLOLE

Risorse complessive

8 milioni di euro

Contributo massimo

200mila euro

Investimento minimo previsto

400mila euro

Beneficiari

Raggruppamenti di piccole e micro imprese con forma giuridica di “contratto di rete”

Raggruppamenti di piccole e micro imprese con forma giuridica di Ati  

Consorzi e società consortili costituiti anche in forma cooperativa

Scadenza

9 maggio 2014