Ucraina-Russia, Kherson si prepara alla battaglia

29

(Adnkronos) –
Kherson si prepara alla battaglia in una fase cruciale della guerra tra Ucraina e Russia. Sono almeno 70.000 i civili evacuati dalle autorità filorusse e che hanno attraversato il fiume Dnipro in vista della prevista battaglia con l’esercito di Kiev. Lo ha riferito il comandante della milizia russa Alexander Khodakovsky, aggiungendo che “sono in corso i preparativi per la difesa di Kherson. Stiamo portando fuori la popolazione civile, slegandoci in questo modo le mani”.  

La Russia ha inviato fino a 1.000 soldati sulla sponda occidentale del fiume Dnipro nel tentativo di difendere la città. Lo hanno scritto le forze armate ucraine su Facebook, precisando che le autorità filorusse della regione “hanno spostato civili e attrezzature sulla sponda orientale del fiume, mentre il nemico ha rafforzato la propria presenza sulla riva destra con ulteriori 1.000 unità militari per prepararsi in vista della prevista battaglia per Kherson”. 

La regione meridionale ucraina di Kherson è una delle quattro annesse da Vladimir Putin il mese scorso, nonostante la Russia non ne avesse il controllo totale. La città di Kherson è stata conquistata poco dopo l’invasione russa lo scorso febbraio, ma nelle ultime settimane le forze ucraine hanno costantemente riconquistato territorio sulla riva occidentale del Dnipro.  

I funzionari insediati dalla Russia hanno avvertito di un prossimo assalto alla capitale regionale. Tuttavia, il ministro della Difesa ucraino, Oleksii Reznikov, ha descritto la controffensiva come davvero difficile a causa del terreno accidentato e del tempo piovoso che rendono più complesso l’uso di veicoli da combattimento con ruote. 

Intanto il leader ceceno Ramzan Kadyrov ammette perdite tra le sue unità, parla in modo inusuale di caduti a seguito di un bombardamento dell’artiglieria ucraina. “Sono 23 i combattenti morti e 58 quelli rimasti feriti”, ha scritto su Twitter. Fonti ucraine, riporta l’agenzia Dpa, avevano riferito nei giorni scorsi che nella regione di Kherson un’unità cecena avrebbe svelato la sua posizione con foto diffuse sui social e sarebbe così stata individuata e colpita dal fuoco dell’artiglieria.