Ue: Battelli, ‘polacchi e ungheresi prime vittime del loro veto’

23

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – La tutela dello Stato di diritto, e dei diritti fondamentali dei nostri cittadini, sono sanciti dai Trattati europei. Ecco perché l’Ue non può in alcun caso cedere al ricatto di Polonia, Ungheria e di altri Paesi che volessero aggregarsi a questa linea ma cercare una soluzione per rendere operativo il prima possibile il Recovery. Di certo non rinunceremo ai nostri principi in nome di una miopia che non ci appartiene”. Lo ha affermato il presidente della Commissione per le Politiche dell’Ue alla Camera Sergio Battelli intervistato dall’agenzia di stampa russa ‘Sputnik News’.