Ue, Gemma (Ipf): Con mio emendamento piccolo passo avanti per piena inclusione delle persone con disabilità

95
in foto l'europarlamentare Chiara Gemma

Un ulteriore riconoscimento dei diritti delle persone con disabilità in Europa è stato raggiunto oggi grazie all’approvazione dell’emendamento dell’europarlamentare Chiara Gemma alla Relazione “Regioni frontaliere dell’UE: laboratori viventi dell’integrazione europea”
“Nel testo ho voluto rimarcare l’importanza di un riconoscimento reciproco dello stato di disabilità tra gli Stati membri dell’Unione europea, inesistente al momento. Una lacuna che crea un limite soprattutto ai lavoratori e agli studenti transfrontalieri, compromettendo il loro diritto a servizi adeguati”. Così, in una nota, l’europarlamentare di Insieme per il futuro Chiara Gemma.
“Ho ribadito – ha proseguito -, l’urgenza di riconosce il valore della Disability Card, ovvero la tessera di invalidità dell’UE, e sono molto soddisfatta della proposta della Commissione europea della creazione di questo documento fondamentale entro la fine del 2023.
Un altro tassello verso la piena inclusione delle persone con disabilità in Europa – ha concluso l’europarlamentare Chiara Gemma – è stato posto”.