Ue, salute del bambino: ad Andrea Guzzetta dell’Università di Pisa il coordinamento del progetto “BornToGetThere”

61

Si chiama “BornToGetThere” ed è un progetto europeo che ha come obiettivo costruire una rete europea per la diagnosi e l’intervento precoci nei neonati a rischio di sviluppare una paralisi cerebrale infantile, quali ad esempio i nati pre-termine o i neonati con parto difficoltoso. A coordinarlo è il professor Andrea Guzzetta, del dipartimento di Medicina clinica e sperimentale dell’Università di Pisa. Il progetto è condotto da 10 partner provenienti da 3 paesi europei (Italia, Danimarca e Paesi Bassi), da 2 paesi associati (Georgia e Sri Lanka) e dall’Australia. Per la Toscana, insieme all’Università di Pisa, partecipano la Fondazione Stella Maris, la Fondazione Toscana Life Sciences e Hubstract srl. Il progetto è stato finanziato con 3.7 milioni di euro nell’ambito della sfida sociale dedicata alla Salute (SC1) del programma Horizon 2020.

L’11 e il 12 febbraio prossimo si terrà al Centro Congressi “Le Benedettine” il Kick off Meeting di “BornToGetThere”. Interverranno Giuseppina Sgandurra, Olena Chorna, Sabrina Del Secco, Camilla Antonelli, Giovanni Cioni, Nana Tatishvili, Arend Bos, Maria Grazia Carrai, Alessandra Silvestri, Jens Bo Nielsen, Nevio Dubbini, Andrea Frosini, Gianni D’Errico , Gopi Kitnasamy.