Un anno di Foresta Italia, piantati 60mila alberi in 17 regioni

12

(Adnkronos) – Realizzare progetti forestali nazionali quali vere e proprie Nbs (Nature Based Solutions), con lo scopo di aumentare la naturalità dei territori e le connessioni ecologiche locali, migliorando la qualità della vita dei cittadini e contribuendo a contrastare il riscaldamento climatico. Da questo presupposto nasce Foresta Italia, la campagna di forestazione e riforestazione nazionale promossa da Rete Clima, Coldiretti e Pefc (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes) che si pone come ponte tra soggetti diversi e tra loro complementari, allo scopo di creare relazioni e sinergie per la promozione del capitale naturale italiano, dei boschi e delle foreste nazionali e della biodiversità su scala locale.  

Nel suo primo anno di attività Foresta Italia ha raggiunto dei risultati importanti: l’iniziativa ha interessato 17 regioni italiane e 42 siti urbani ed extraurbani nei quali sono stati piantati circa 60.000 alberi 100% da filiera italiana, con certificato di provenienza e passaporto fitosanitario. Non solo. Nell’ambito della campagna nascerà in autunno ForestLab, il laboratorio di Rete Clima che coinvolgerà anche Università e Centri di ricerca nazionali con l’obiettivo di sperimentare nuovi modelli gestionali per le foreste urbane ed extraurbane. 

“Siamo molto orgogliosi dei risultati che la campagna Foresta Italia ha raggiunto nel suo primo anno di vita. Un segnale forte di sinergia tra pubblico e privato per la promozione del capitale naturale italiano e la biodiversità su scala locale. Interagiamo con le Pubbliche Amministrazioni e con le imprese per portare avanti un modello di sviluppo sostenibile e coerente con gli obiettivi di contrasto al surriscaldamento globale. I nostri partner, sposando i nostri progetti, fanno una vera e propria scelta di campo: stare dalla parte della tutela e della salvaguardia del patrimonio ambientale nazionale, portando avanti politiche votate alla sostenibilità ambientale nella maniera più concreta e innovativa – ha dichiarato Paolo Viganò, presidente e fondatore di Rete Clima – Foresta Italia nasce infatti con l’obiettivo di piantare alberi nelle aree che necessitano di riforestazione, garantendo sempre il coinvolgimento della filiera florovivaistica italiana”. 

“Piantare alberi è un investimento sul futuro – ha dichiarato Ettore Prandini, presidente Coldiretti – per questo come Coldiretti siamo felici di collaborare con Rete Clima nel sensibilizzare tutti gli italiani. Crediamo che possa essere un’opportunità di educazione ambientale e di cura del Pianeta, così come una possibilità economica per i nostri vivaisti forestali privati. Puntare sulla filiera 100% italiana garantisce alla biodiversità locale di crescere e alle nostre città di avere un alleato in più contro l’inquinamento. E puntiamo sulla giusta retribuzione delle piante, nel massimo rispetto della legge contro le pratiche sleali”.  

Sono 30 le aziende che hanno deciso di sostenere la campagna e declinare in maniera concreta i propri obiettivi di politica ambientale. Realizzare e sostenere progetti di nuova forestazione urbana ed extraurbana in Italia da parte delle Aziende si costituisce come strategia di azione-comunicazione Esg: una progettualità che, dentro a questi progetti di Rete Clima, riesce ad essere efficace, locale, tracciabile e partecipata.