Un crescendo convincente

401

10^ GIORNATA DI SERIE A
StadioEzio Scida
Marcatori (Assist): 31′ Insigne, 58′ Lozano (Insigne), 76′ Demme (Mertens), 91′ Petagna (Mertens)

CROTONE (3-5-2): Cordaz; Cuomo, Marrone, Luperto; Pereira (86′ Eduardo), Molina, Petriccione, Benali (36′ Vulic), Reca; Simy (86′ Dragus), Messias

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly (83′ Maksimovic), Mario Rui; Demme, Bakayoko (78′ Lobotka); Lozano (78′ Politano), Zielinski (69′ Mertens), Insigne (78′ Elmas); Petagna

Il Napoli per agganciare la Juventus al terzo posto in classifica ed il Crotone per ottenere la prima vittoria in campionato: scendono in campo due squadre con ambizioni totalmente diverse in una partita che molti definirebbero “dal risultato scontato”. Ma giocare per la terza volta in una settimana è davvero così semplice? Ovviamente no, perché queste partite nascondono delle insidie che le grandi squadre a volte faticano a superare, vuoi per la stanchezza, vuoi per la mancanza di concentrazione in campo.
La prima difficoltà che il Napoli deve affrontare da subito è rappresentata dal pressing furioso ma organizzato del Crotone, la seconda dal non riuscire a passare in vantaggio prima con Insigne, che passa il pallone a Cordaz da posizione defilata, poi con Petagna, che si fa ipnotizzare dopo essersi trovato a tu per tu con il portiere.
Gli azzurri trovano finalmente il vantaggio grazie a due magie: tunnel di Zielinski che lascia sul posto Cuomo seguito dal “tiraggiro” di Insigne (che riesce a bucare Cordaz nonostante fosse circondato da tante maglie rossoblù).
Con la reazione immediata del Crotone arriva la terza ed ultima insidia della partita: la conclusione di Vulić che, messo davanti la porta da un gran cross di Molina (il migliore in campo della sua squadra), non riesce a superare il reattivo Ospina.
Ad inizio ripresa Petriccione viene espulso con l’ausilio del VAR ed il Napoli fa valere la superiorità numerica calando il poker: Lozano raddoppia su assist del capitano, Demme e Petagna chiudono i conti aiutati da Mertens, che con soli 21 minuti di gioco fornisce due assist.
Il Crotone non è certamente un avversario irresistibile, lo dimostrano la posizione in classifica e la magra produzione offensiva, ma il Napoli è sceso in campo attento e concentrato con una buona prestazione generale di tutti i singoli.
I migliori in campo sono sicuramente Demme, l’unico che al momento riesce a dare equilibrio alla squadra; Lozano, che anche oggi ha messo in costante apprensione la difesa avversaria; il capitano Insigne, che prima sblocca la partita con una perla e poi fornisce l’assist per chiuderla; meritano comunque una menzione Zielinski, che ha finalmente ritrovato la migliore forma fisica, ed Ospina, che anche oggi ha risposto “presente” quando necessario.
Gattuso e la sua squadra si presentano nel migliore dei modi alla partita chiave del girone contro la Real Sociedad, con 9 goal segnati ed 1 subito nelle ultime tre partite. Servirà un’altra grande prestazione per raggiungere il primo di tanti obiettivi stagionali.

Twitter: Raffaele (@RaffaeleDeSa)
Instagram: Raffaele De Santis (raffaeledesantiis)