Un esoscheletro in 3D al posto del gesso: il Santobono di Napoli fra i vincitori dell’Innova S@lute 2017

104

Nella seconda giornata di S@lute – il Forum dell’innovazione per la salute al Centro Congressi Roma Eventi sono stati premiate le eccellenze progettuali del panorama salute italiano. Il Premio Innova S@lute è il contest lanciato da FPA e Allea con il supporto incondizionato di Teva Italia per valorizzare progetti che possono dare risposte concrete a crescenti bisogni di salute. Tra i 112 progetti in gara, 6 idee innovative si sono aggiudicate la vittoria. Tra i vincitori figura anche la Fondazione Santobono Pausilipon onlus di Napoli, con il progetto “Bambini liberi”, che ha vinto nella categoria innovazione nel campo clinico-sanitario. Fondazione Santobono Pausilipon, Azienda Ospedaliera Santobono Pausilipon e CNR, con il contributo della Banca d’Italia, portano avanti la prima sperimentazione clinica in ambito pediatrico di un sistema che sostituisce il tradizionale “gesso” con un esoscheletro in plastica ABS stampato in 3D. La ricerca è stata promossa al fine di realizzare un progetto assistenziale fortemente innovativo. L’esoscheletro, realizzato in ABS, è prodotto con una stampante 3D sulla base di calcoli strutturali, mediante sistemi di scansione 3D dell’arto fratturato. Il tutore personalizzato è totalmente immergibile in acqua, leggero, aperto e poco ingombrante, igienico e conforme alle esigenze ergonomiche del bambino.