Un farmaco per tutti, donati prodotti per 1,5 milioni

47

Con “Un Farmaco per Tutti” sono state donate 100mila confezioni di farmaci e presìdi pari a 1 milione e 500mila euro a chi non può permettersi cure. Con il progetto l’Ordine dei farmacisti della provincia di Napoli, insieme al cardinale Crescenzio Sepe, è in campo da due anni per i cittadini in difficoltà. “I farmacisti si occupano quotidianamente del bene primario delle persone, la salute. Sguardo e braccia operative a sostegno delle fasce sociali deboli che in questo momento soffrono e subiscono la cosiddetta povertà sanitaria sono il primo passo – sottolinea Vincenzo Santagada, presidente dell’Ordine dei farmacisti di Napoli – per ridare linfa materiale e spirituale alla società. Napoli ormai rappresenta un modello di raccolta e distribuzione farmaceutica su base volontaristica replicabile in tutta Italia. L’iniziativa a carattere permanente (è possibile donare e raccogliere farmaci ogni giorno) e volontaria distribuisce farmaci e dispositivi medico-chirurgici facendo risparmiare oltre un milione di euro al servizio sanitario nazionale”. Le confezioni sono già state distribuite a Emergency, Croce Rossa, Unitalsi, Elemosiniere del Santo Padre, La Tenda, le Suore della Carità di Maria Teresa di Calcutta, La Casa di Tonia. E anche oltre i confini nel Burkina Faso e in Benin.