Un “libro altruista” per fermarsi a riflettere e allargare il pensiero

99

In “Il libro altruista: Metodo per la generazione di un’opera annotata ad elevata fruibilità”, Vincenzo Naclerio apre il dibattito sul vasto panorama dei marginalia. Le storie scritte da un umanista potrebbero invogliare uno scienziato ad annotare nuove riflessioni e viceversa. Oltre i confini tracciati dall’autore, si entra nei vasti territori dell’immaginazione del lettore dove possono manifestarsi straordinarie opere di pensiero. Einstein disse che la lettura degli scritti del filosofo scozzese David Hume lo aiutò a formulare la teoria della relatività speciale. Nell’oasi della lettura e della scrittura, ci si sofferma tranquillamente e si pensa profondamente, facendo collidere le idee e poi fondendole in combinazioni inaspettate. Un libro è un veicolo per la trasmissione, la condivisione delle idee e il loro contrasto costruttivo.

In Il libro altruista: Metodo per la generazione di un’opera annotata ad elevata fruibilità, Vincenzo Naclerio (2020) opens the debate on the vast panorama of marginalia. The stories written by a humanist might entice a scientist to annotate new musings and vice versa. Beyond the boundaries drawn by the author, one enters the vast territories of the reader’s imagination where extraordinary works of thought can manifest themselves. Einstein said that reading the Scottish philosopher David Hume’s writings helped him formulate the theory of special relativity. In the oasis of reading and writing, one pauses quietly and thinks deeply, making ideas collide and then merge into unexpected combinations. A book is a vehicle for the transmission, the sharing of ideas and their constructive contrast.

piero.formica@gmail.com