Un nuovo ponte tra Catanzaro e l’Ucraina

1569
In foto Maksym Kovalemko
Un nuovo ponte tra Catanzaro e l’Ucraina per promuovere occasioni di scambi culturali tra le comunità e favorire possibili iniziative per lo sviluppo economico, turistico e commerciale dei territori. E’ questo l’invito che il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni, ha raccolto stamane in occasione della visita istituzionale a Palazzo De Nobili da parte del Console generale dell’Ucraina a Napoli, Maksym Kovalenko. L’incontro, a cui ha partecipato anche la segretaria generale Vincenzina Sica, è stato utile a condividere possibili strategie di collaborazione e di cooperazione tra l’amministrazione comunale e il consolato ucraino, anche attraverso l’eventuale creazione di sedi operative sul territorio mirate a promuovere il dialogo in ambito comunitario. “Catanzaro, dopo la recente visita del console statunitense – ha affermato Polimeni – è stata ancora una volta al centro degli incontri internazionali da cui emergono un grande interesse ed una notevole considerazione rispetto alle potenzialità commerciali e turistiche del Capoluogo. Ho recepito con favore la volontà espressa dal Console Kovalenko di aprire una nuova sede del consolato onorario a Catanzaro, vista la presenza di una nutrita comunità ucraina nella nostra città. L’amministrazione lavorerà anche in tale direzione, con l’auspicio di rafforzare e consolidare la sinergia istituzionale”.  In queste ore la tensione giunge alle stelle in Ucraina e tutti i diplomatici europei hanno lasciato il Paese ucraino ed è difficile tornare indietro , anche perché il contrasto andrebbe analizzato molto in profondità arrivando alle cause che hanno fatto aumentare il prezzo del petrolio e, di conseguenza, le tasse che stiamo vedendo quasi triplicate. Nonostante tutto ciò la diplomazia è’ sempre la via migliore.