Un osservatorio mobile sull’arte: raccogliamo proposte e analisi

253

ll Denaro dà vita ad un nuovo spazio editoriale, L’occhio di Leone, nato da un’idea di Giuseppe Leone condivisa con la redazione che si propone di diventare un luogo di incontro, di riflessione, di scambio attorno al concetto di Arte, nella sua più ampia e vasta accezione. È lo stesso Leone a raccontare il progetto, affermando che la rubrica “vuole essere un osservatorio attento a tutto ciò che riguarda l’arte visiva, per una informazione attenta e di valore che, attraverso gli scritti di critici ed operatori culturali, possa offrire una visione, una lettura su tutto quel che succede nel mondo dell’arte, con proposte, indagini ed analisi di pregnanza nazionale ed internazionale. L’Arte del resto non è concepibile come qualcosa di irrelativo, di statico e di bell’e fatto, né come un dato inattingibile ed immoto”. Molti sono già i nomi che Giuseppe Leone ha invitato a prender parte a questo ‘osservatorio’, innescando dinamiche attive di critica e non solo.
“L’occhio di Leone” non può essere semplicemente imbrigliato sotto il nome di ‘rubrica’ o di ‘blog’.
È e sarà un campo di ricerca sempre in divenire, strettamente connesso al flusso di quanto anima la discussione artistica, i nuovi linguaggi o la nuova caratterizzazione accademica.
Occhio come Sguardo percettivo ed ermeneutico di ciò che l’Arte propone, nella sua straordinaria relatività assoluta.