Un premio per piante cosmiche

58

Le cinque smart news più cliccate della settimana Una vittoria per l’Italia e per Napoli nel campo della divulgazione scientifica. È firmato da quattro ricercatrici del Dipartimento di Agraria della Federico Le cinque smart news più cliccate della settimana Una vittoria per l’Italia e per Napoli nel campo della divulgazione scientifica. È firmato da quattro ricercatrici del Dipartimento di Agraria della Federico II il progetto dell’Agenzia Spaziale Italiana che si è aggiudicato il primo premio della 48esima edizione del Carnevale della Fisica, un’iniziativa internazionale rivolta al grande pubblico e finalizzata a promuovere la comprensione della scienza. Il progetto Liss (Lessons on the International Space Station), che ha ricevuto il premio, ha previsto seminari in classe, attività nei laboratori accademici, un libro di testo, una serie di filmati come strumenti di un percorso formativo mirato a far comprendere le caratteristiche dell’ambiente spaziale e di studiarne gli effetti sugli esseri viventi, a cominicare dalla piante. Il progetto si sta svolgendo in collaborazione con cinque scuole superiori italiane tra cui il Liceo Scientifico Filippo Silvestri di Portici.


Pandora a Berlino La start up Pandora sbanca Smau Berlino aggiudicandosi il premio come azienda più innovativa. Impegnata nel campo dei sistemi prefabbricati orientati al risparmio energetico e realizzati conmateriali di scarto, l’azienda guidatadaAlessiaGuarnaccia trasforma scarti e rifiuti in pannelli sandwich completi di sottostrutture, così da ottenere sistemi prefabbricati orientati al risparmio energetico. Ha, ad oggi, la titolarità di 7 diritti di privativa industriale tra cui 2 brevetti industriali gia’ acquisiti. La Regione Campania, con Sviluppo Campania ha preso parte alla due giorni di incontri e presentazioni organizzati da Smau nella capitale tedesca, per far incontrare le eccellenze innovative regionali con un pubblico internazionale e promuovere la nascita di partnership oltre confine, con 12 startup. La collettiva era compostada Beesmart, Smartdocu,Cleanap, Paqos, Bscube,TiOneTechnology, Runtimate, Pushapp, Cambiomerci.com, ArtRooms, Apptripper.


Olio, reflui preziosi Presentati ieri a Montesarchio presso gli Oleifici Mataluni i risultati finali del progetto “Valo-Re” per la valorizzazione di reflui oleari per la formulazione di alimenti funzionali e per la produzione di bioenergia, nato dal bisogno di trovare soluzioni alternative nella gestione delle acque di scarto dell’industria olearia. Attualmente l’unica soluzione risiede nello spandimento su suolo agricolo, con notevole impatto sul piano ambienmtale. Il progetto mira invece a trarne fonte energetica.


Energie in mostra Torna la Mostra Convegno sulle Fonti Rinnovabili e l’Efficienza Energetica nel Mediterraneo. L’appuntamento con la green innovation, fissato dal 9 all’11 aprile alla Mostra d’Oltremare di Napoli, diventa sempre più punto di riferimento principale del settore dell’energia pulita del Mezzogiorno e del incontrare indicando per lo più: Nord Europa, Europa dell’Est, Regno Unito, Nord Africa, Asia, Arabia Saudita.


Eclissi, che spettacolo Vecchie radiografie e specchietti delle maschere dei saldatori davanti agli occhi: così molti napoletani si sono organizzati per assistere in diretta all’eclissi di sole. Affollato il lungomare, protagonisti dell’evento soprattutto giovanissimi. In tanti hanno utilizzato lo smartphone per cercare di fotografare gli attimi salienti ma sono rimasti delusi dal risultato. Anche se l’eclissi è stata parziale, circa il 56% alla latitudine di Napoli, il Sole Nero ha oferto “uno spettacolo indimenticabile” commenta il direttore dell’Osservatorio, Massimo Della Valle. “In passato le eclissi di Sole, in particolare quelle totali erano fenomeni che rivestivano grande interesse astrofisico. Permettevano di studiare gli strati esterni della fotosfera solare e la sua corona”. L’osservazione ha consentito di osservare gli aspetti più violenti del Sole, quali le protuberanze, ossia getti di materiale solare che si estendono per migliaia di chilometri nello spazi.