Una balena grigia nel golfo di Napoli. Gli esperti: Migrazione incredibile. Attenti, tenersi a 100 metri di distanza

215
in foto la balena grigia

Una balena grigia è stata avvistata più volte negli ultimi due giorni nel Golfo di Napoli. L’esemplare di Eschrichtius robustis è stato avvistato ieri sera in Penisola Sorrentina, nell’Area marina protetta Punta Campanella, e questa mattina nel mare dei Campi Flegrei, sul lato opposto del golfo, prima al largo di Pozzuoli e poi nel porto di Baia. Secondo gli esperti dell’Amp Punta Campanella potrebbe trattarsi dello stesso cetaceo segnalato tre giorni fa a Ponza. Un avvistamento più unico che raro e dalla “rilevanza scientifica notevole”, dato che la balena grigia “vive nell’Oceano Pacifico orientale, tra la California e l’Alaska. Resta da capire – spiega l’Amp Punta Campanella – come e per quali motivi si possa trovare nel Mediterraneo. La prima, dopo secoli, era stata avvistata nel 2010 al largo di Israele. Poi soltanto due altri sporadici avvistamenti, uno in Spagna e uno più recente, probabilmente dello stesso esemplare, in Marocco. Potrebbero essere i cambiamenti climatici, con lo scioglimento dei ghiacciai artici, la causa che ha permesso questa incredibile migrazione”. Gli esperti spiegano che è “fondamentale in questo momento segnalare qualsiasi avvistamento dell’esemplare, che appare denutrito e molto magro”. In caso di avvistamento, sottolineano, “ricordiamo di mantenere una distanza di circa 100 metri, di non interferire con l’animale e di contattare subito le autorità a cominciare dalla Capitaneria di Porto con il numero verde 1530”.