Una nuova vita per Galleria Navarra: ristorante, pizzeria, arte e cocktail bar

351

La storica Galleria Navarra in piazza dei Martiri rinasce a nuova vita. Dopo cinque anni di lavori, il sito che fu Giardino di Delizie del monumentale Palazzo Nunziante, disegnato da Enrico Alvino nel 1855, poi dal 1900 galleria antiquaria privata, rinasce con un concept completamente nuovo.
L’intervento di recupero filologico e restauro conservativo, iniziato nel 2016 e condotto sotto la vigile sorveglianza della Soprintendenza, restituisce alla città un luogo di particolare pregio artistico e storico, dagli anni Cinquanta mortificato da una serie di abusi edilizi e un contenzioso durato quasi vent’anni.
Demolite le superfetazioni e gli abusi perpetuatisi negli anni, il Giardino, con gli annessi edifici storici – il cosiddetto capanno del giardiniere e il tempietto/cappella in stile neoclassico -, è tornato all’antico splendore. Sono stati ripristinati i tetti a falde e l’elegante architettura neoclassica con il timpano e il frontone, le lesene scanalate con capitello corinzio e il pronao. All’interno dell’edificio è stato portato in luce il prezioso pavimento di mosaico ed è stato ripristinato il soffitto cassettonato in legno. Il progetto di recupero ha salvaguardato anche il grande cancello in ferro battuto di metà Ottocento e l’insegna storica voluta dall’antiquario Salvatore Navarra, mercante di tappeti ed oggetti antichi, che dal 1939 avviò l’attività della Galleria Navarra.
Artefici del nuovo progetto sono gli imprenditori Franco Manna e Pippo Montella, già fondatori di Rossopomodoro, che, insieme alla famiglia D’Alessio, proprietaria delle mura dal 1991, hanno curato l’intervento di restauro. La nuova Galleria Navarra, al civico 23 di Piazza dei Martiri, sarà Pizzeria e Ristorante, Cocktail Bar, Spazio d’Arte e Giardino. Il sito ritrova l’allure di un tempo e si apre alla città con un progetto di accoglienza che vede insieme arte contemporanea, pizza, ristorazione e mixology. Un progetto che vuol essere “un salotto nel salotto”, luogo d’incontro, incubatore d’iniziative culturali e gastronomiche, giardino d’arte e cocktail bar, un’oasi di vere e bellezza nel cuore di Chiaia. L’arte in particolar modo avrà un ruolo importante grazie al sodalizio con la Fondazione Made in Cloister, attiva da anni nella promozione dell’arte contemporanea a Napoli: periodicamente gli spazi di Galleria Navarra, sia interni che esterni, esporranno opere di artisti selezionati dalla Fondazione.

Breve cronologia del sito
Nel 1855-58 viene edificato, tra l’attuale via Morelli e Piazza dei Martiri, il monumentale Palazzo Nunziante con annesso Giardino di delizie. Il progetto è dell’architetto Enrico Alvino.

Nel 1908 il Duca di Mignano, Mariano Nunziante, vende il Giardino con le sue pertinenze all’antiquario Ercole Canessa.

Nel 1926 gli eredi Canessa vendono la proprietà alla Società American Express Company conservandone l’utilizzo come galleria antiquaria

Nel 1939 subentra l’antiquario Salvatore Navarra che acquisterà il giardino e le pertinenze solo nel 1951.

Nel 1952 il Ministero della Pubblica Istruzione sottopone a vincolo storico artistico i manufatti e il giardino.

Nel 1991 la Famiglia D’Alessio diventa proprietaria del sito.

Nei primi anni 2000 inizia il lungo contezioso per la rimozione degli abusi e il ripristino dei luoghi.

Nel 2016 iniziano i lavori di recupero filologico e di restauro conservativo del giardino e dei manufatti storici, con contestuale rimozione dei corpi abusivi a cura della famiglia D’Alessio e sotto la vigilanza della Soprintendenza.

Giugno 2022 apre la nuova Galleria Navarra Ristorante Pizzeria Arte Spirits