Una vita sulle punte al Dama Vernissage dal 13 febbraio

46

Il Dama – Daphne Museum Art, spazio espositivo collocato all’interno del Mac – Museo d’arte contemporanea di Capua (Caserta), ospiterà, dal 13 febbraio al 6 Il Dama – Daphne Museum Art, spazio espositivo collocato all’interno del Mac – Museo d’arte contemporanea di Capua (Caserta), ospiterà, dal 13 febbraio al 6 marzo 2014, la personale di Samanta Sollima “Vita sulle Punte”, a cura di Luigi Fusco. Il vernissage si terrà giovedì 13 febbraio alle ore 18.30. Samanta, figlia del noto regista Sergio Sollima, racconta la vita quotidiana e le fantasie di cinque ballerine classiche in un percorso intimo e delicato, con le licenze poetiche di un balletto. Le protagoniste interpretano se stesse sul palcoscenico e oltre, sospese tra la danza e l’arte della vita di tutti i giorni: tra le pareti domestiche, nel mondo del lavoro, nei sogni e nell’amore per l’arte. Una dimensione quotidiana che si evince dalle parole di Luigi Fusco: “Samanta Sollima, in questo progetto, ha messo in evidenza la passione per la danza nutrita dalle ballerine come se fosse una condizione del proprio io vissuta in modo perenne. Le stesse protagoniste sono state, inoltre, contraddistinte da un’introspezione psicologica in cui manifesta è la rivelazione di un candido equilibrio che si tramuta in un eterno presente che spesso capire non si può”. ll progetto fotografico è stato realizzato a Firenze, in collaborazione con la coreografa Ilaria Tinacci, “Chiare Fresche Dolci Group” e alcune allieve della Scuola di Danza Salvetti. Tra gli ambienti dove le protagoniste muovono i loro passi, figurano il Museo Casa Buonarroti, il Teatro Della Pergola e Museo Della Pergola, il Mercato Centrale di Sant’Ambrogio, le Officine grafiche Stiav nel Comune di Calenzano, la Sartoria Teatrale Fiorentina di Massimo Poli e la Scuola di Danza Salvetti. Una foto del progetto è stata finalista nella categoria arte e cultura al Sony World Photography Awards presso World Photo di Londra, 2012. Dopo la personale di Roma e di Firenze, “Vita sulle punte” approda al Dama, che arricchisce l’elenco delle prestigiose location che hanno già ospitato il lavoro di Samanta Sollima.