Unione agricoltori Benevento: Le grandinate siano considerati eventi calamitosi

23

Le grandinate che hanno colpito il 3 ed il 5 maggio scorsi le valli Telesina e Caudina e la val Fortore, vanno considerati quali eventi eccezionali e calamitosi. A sostenerlo è l’Unione agricoltori di Benevento.
“Le due eccezionali grandinate che sono cadute nelle scorse ore sul Sannio hanno sicuramente arrecato danni ingentissimi a tutte le produzioni agrarie: grano duro, ortive e foraggere in val Fortore e vigneti e frutteti in valle Telesina e Caudina – afferma Francesco Fiore, commissario Confagricoltura Benevento, che sottolinea – pertanto riteniamo necessario da parte dell’assessorato agricoltura della Regione Campania attivare tutte le procedure per provvedere ad una tempestiva stima delle perdite finalizzata alla richiesta di declaratoria di stato di calamità per evento meteo eccezionale”.
“La val Fortore, già colpita dall’alluvione del 2015, aveva risentito fortemente delle gelate del 2016, e patito la siccità dell’estate 2017 – ricorda il commissario – pertanto è da considerarsi urgente e prioritario un intervento in questa zona, ora attinta anche dall’eccezionale grandinata di ieri”.
Le due grandinate hanno avuto una durata non inferiore ai 20 minuti e le perdite inferte appaiono chiaramente al di sopra del 30% del valore della produzione media degli ultimi tre anni, requisito minimo richiesto per la dichiarazione di stato di calamità.
In val Fortore da prime stime, le perdite per le colture cerealicole sono superiori al 50%. Nella zona di Castelvenere nei vigneti si registrano danni fino al 90% non solo ai grappolini, quasi integralmente strappati, ma anche ai tralci, con possibili negative ripercussioni sulla vendemmia 2019.