Unione Industriali Napoli, infrastrutture per uno sviluppo sostenibile: lunedì il dibattito

88

“Infrastrutture resilienti sostenibili e iniziative a misura di Agenda 2030”. E’ questo il tema al centro dell’evento in programma lunedì 28 maggio, ore 10, all’Unione Industriali (piazza dei Martiri 58, Napoli). L’iniziativa si inserisce nell’ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2018 promosso da Asvis. L’evento all’Unione, organizzato da Confindustria, Enel e Fondazione Lars Magnus Ericsson, approfondirà i ruolo essenziale che le infrastrutture svolgono per il benessere e per la competitività del Paese e per avviare progetti di sviluppo sostenibile. Fondamentale è inquadrare tali interventi in una visione basata su resilienza, sostenibilità e innovazione. All’evento sono chiamate qualificate personalità a illustrare idee, strategie e progetti per la definizione di uno scenario concreto e di lungo termine centrato sul Goal 9 dell’Agenda 30 (Imprese, innovazione e infrastrutture. Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile).
Dopo i saluti istituzionali di Mario Calabrese, assessore alle infrastrutture e al trasporto del Comune di Napoli, Ambrogio Prezioso, presidente Unione Industriali di Napoli e di Confindustria Campania, Rossana Revello, presidente del Gruppo Tecnico Responsabilità sociale d’Impresa di Confindustria, l’introduzione ai lavori di Cesare Avenia, presidente Fondazione Lars Magnus Ericsson, la Key Note di Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile Asvis, interverranno Nicoletta Parisi, componente del Consiglio Anac, Domenico Tudini, amministratore Delegato di Infratel Italia, Pietro Guindani, presidente Asstel, Ennio Cascetta, presidente Anas – Gruppo Fs, Armando Brunini, amministratore delegato Aeroporto di Napoli Gesac, Robert Denda, head of network technology and innovation Enel, Antonio Sassano, professore ordinario Università “Sapienza”.
Seguirà un dibattito e le conclusioni del Portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile Asvis, Enrico Giovannini.