Unione industriali Napoli, presentato l’evento di beneficenza “Ricuciamo le ali”

133

di Maridì Vicedomini

Presentata questa mattina all’Unione Industriali di Napoli “Ricuciamo le ali”, la charity night giunta alla II edizione promossa ed organizzata dall’associazione dinAmiche in partnership con l’Unione Industriali Napoli e “Il Cavaliere Azzurro”. La manifestazione che gode del patrocinio della Rai, del supporto del community psicology Lab della Università Federico II e della rete delle associazioni che costituiscono il coordinamento di I Love Porta Capuana, si terrà il 26 maggio sera al “Palazzo Caracciolo”, in via Carbonara.
L’ambizioso progetto che in questa stagione vedrà come protagoniste le donne, vittime di violenza, è stato illustrato nel corso di un incontro a cui hanno partecipato: Ambrogio Prezioso, presidente dell’Unione Industriali Napoli, Annamaria Schena, presidente dell’associazione dinAmiche, Antonio Parlati, presidente della Sezione Editoria, Cultura e Spettacolo dell’Unione Industriali di Napoli, Caterina Arcidiacono, presidente di Community Psicology Lab dell’Università Federico II di Napoli, Laura Altieri, presidente di Cavaliere Azzurro, Elena de Filippo e Andrea Morniroli, presidente e vicePresidente della Cooperativa Deadalus, Franco Rendano, presidente dell’associazione I Love Porta Capuana. Presenti al dibattito, anche le due testimonial dell’evento, le attrici Cristina Donadio e Veronica Mazza, puntualmente in pole position per iniziative con finalità sociali.
“E’ con grande soddisfazione – ha riferito la Schena – che possiamo già riferire i numeri elevatissimi di adesione alla nostra kermesse, rendendola fin da ora sold out. Infatti vantiamo il generoso supporto economico di ben 30 aziende tra grandi e piccole aziende accanto a oltre 400 biglietti emessi per la vendita, già acquistati. Il ricavato della serata sarà devoluto all’associazione “Gomitoli” che realizzerà un laboratorio di cucito per accogliere le donne che subiscono violenze e sono oggetto di tratta. Infine, quasi a voler suggellare la totale abnegazione e la solidarietà contro ogni forma di violenza di tutte le donne che hanno risposto in maniera propositiva al nostro richiamo, è previsto nel corso del Gala un defilè di rappresentanti d’impresa al femminile accanto a donne vittime di abusi e maltrattamenti”.