Unione Industriali Napoli, primo soccorso in azienda: riprendono gli incontri di formazione

19

Mercoledì 25 e giovedì 26 settembre 2019 a Palazzo Partanna, sede dell’Unione Industriali (piazza dei Martiri 58, Napoli) si svolgeranno corsi di formazione base e di aggiornamento per addetti al Primo soccorso aziendale, resi obbligatori dalla normativa vigente (art. 37 comma 9 del D. Lgs. 81/08 e succ. mod.).
Le sanzioni a carico del Datore di Lavoro, che non ottemperi a tali obblighi formativi e previste dall’art. 55, comma 5 lettera c) del D. Lgs. 81/08, sono l’arresto da due a quattro mesi o l’ammenda da 1.315,20 a 5.699,20 euro.
In merito alla formazione degli addetti al Primo Soccorso Aziendale, l’art. 37 comma 9 del Decreto 81/08, prevede l’applicazione delle disposizioni di cui al Decreto del Ministro dell’Interno n. 388/2003 il quale classifica – per la formazione di cui all’oggetto – le aziende in tre gruppi (A, B e C), tenuto conto della tipologia di attività svolta, del numero dei lavoratori occupati e dei fattori di rischio.
Riguardo la formazione base sono previste 16 ore di formazione per le aziende di gruppo A. Rientrano in tale gruppo i seguenti casi:
Aziende o unità produttive con attività industriali, soggette all’obbligo di dichiarazione o notifica, di cui all’articolo 2, del decreto legislativo 17 agosto 1999, n. 334, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari di cui agli articoli 7, 28 e 33 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 230, aziende estrattive ed altre attività minerarie definite dal decreto legislativo 25 novembre 1996, n. 624, lavori in sotterraneo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 1956, n. 320, aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni;
Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari Inail con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali Inail relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno. Le predette statistiche nazionali Inail sono pubblicate nella Gazzetta Ufficiale;
Aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

Sono previste 12 ore di formazione base per le aziende dei gruppi B e C.

Rientrano in tali Gruppi i seguenti casi:
Gruppo B: aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
Gruppo C: aziende o unità produttive con meno di tre lavoratori che non rientrano nel gruppo A.
Quanto all’aggiornamento, va ripetuto con cadenza triennale, almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico.

La formazione base della durata di 12 ore (per le aziende dei Gruppi B e C) avrà il seguente calendario: mercoledì 25 settembre (ore 9.00 – 13.00 e ore 14.00 – 18.00) e giovedì 26 settembre (ore 14.00 – 18.00). Il costo partecipante per le aziende non associate è 200 euro più Iva. Per le aziende associate in regola con i contributi associativi al 31 dicembre 2018 è di 120 euro più Iva;
La formazione base della durata di 16 ore (per le aziende del Gruppo A) avrà invece il seguente calendario: mercoledì 25 settembre (ore 9.00 – 13.00 e ore 14.00 – 18.00) e giovedì 26 settembre (ore 9.00 – 13.00 e ore 14.00 – 18.00). Il costo partecipante per le aziende non associate è 240 euro più Iva. Per le aziende associate in regola con i contributi associativi al 31 dicembre 2018 è di 160 euro più Iva;
Il corso di aggiornamento della durata di 6 ore (indipendentemente dal gruppo di appartenenza) si terrà infine giovedì 26 settembre (ore 11.00 – 13.00 e ore 14.00 – 18.00). Il costo partecipante per le aziende non associate è 120 euro più Iva. Per le aziende associate in regola con i contributi associativi al 31 dicembre 2018 è di 90 euro più Iva.
Il termine per le iscrizioni è fissato per mercoledì 18 settembre 2019.
I corsi saranno organizzati nel totale rispetto della regolamentazione prevista dalla normativa vigente, con particolare riferimento all’Ente Soggetto Formatore, ai contenuti, alla durata, ai requisiti dei docenti, alle modalità di erogazione e di rilascio dell’attestato finale.
Al termine, verrà rilasciato l’attestato di frequenza con verifica finale dell’apprendimento.