Unipol, dalla crescita ai dividendi: i numeri del bilancio preliminare

74

Il Cda del gruppo Unipol esamina i risultati preliminari 2022, che vedono un risultato netto consolidato a 866 milioni (più 8,8 per cento in un anno). La raccolta diretta assicurativa arriva a quota 13,6 miliardi (più 2,4 per cento). L’area Danni risulta in aumento del 4,5 per cento a 8,3 miliardi mentre il comparto auto cresce dell’1,3 per cento a 3,88 miliardi. Il Vita si attesta a 5,34 miliardi e perde lo 0,8 per cento.
Il gruppo sottolinea che “il 2022 segna il ritorno alla normalità dopo due anni di emergenza sanitaria, ma è caratterizzato dalle tensioni geopolitiche innescate dalla guerra in Ucraina e dalla crescita dell’inflazione, fattori che influenzano in maniera significativa i business in cui opera”.
Il Cda propone un dividendo unitario di 0,37 euro per azione, in crescita del 23 per cento dagli 0,3 euro dell’anno scorso e sopra le previsioni del piano strategico pluriennale.

Il patrimonio netto di Unipol è di 7,7 miliardi di euro mentre l’indice di solvibilità raggiunge il 201 per cento.