Unisa, missione a Malta per chiudere accordi nel settore della ricerca

27
In foto uno degli incontri organizzati a Malta

La delegazione dell’Unisa, guidata dal rettore Vincenzo Loia, è in visita istituzionale a Malta nell’ambito del programma di internazionalizzazione dell’ateneo. La visita, che ha preso il via mercoledì 8 luglio, segue all’accordo di cooperazione sottoscritto con Malta Enterprise in ateneo lo scorso febbraio. L’obiettivo è quello di promuovere attività di ricerca e sviluppo condivise, nuove opportunità di formazione per i giovani e favorire l’attrazione di nuovi investimenti nell’area del Mediterraneo.
Il rettore, accompagnato dai professori Antonio Pietrosanto (delegato alle Risorse strumentali) e Raffaele D’Alessio (referente dei Rapporti con Malta), ha visitato dapprima la sede del “Malta Council for Science and Technology” (MCST), ospite del dottor Jeffrey Pullicino Orlando (ceo di MCST). A seguire ha incontrato, presso il Memorial Building Workers Union – sede del General Workers Union (GWU) -, il dottor Kevin Camilleri (deputy secretary general GWU) e il dottor Josef Bugeja (GWU secretary general). Il programma della visita istituzionale si è concluso nella giornata del 9 luglio, presso la sede di Malta Enterprise, dove la delegazione è stata accolta dal dottor Kurt Farrugia (ceo di Malta Enterprise) e dal dottor Mario Galea (chairman National FDI screening supervisory board). “Una visita assolutamente significativa per consolidare il nostro impegno sul fronte degli scambi internazionali e delle collaborazioni” – afferma il rettore Loia. “I nostri giovani hanno bisogno di nuovi spazi e opportunità e le Università hanno il compito di accompagnarli e supportarli  verso nuove prospettive di crescita e di occupazione”.