Universiadi, De Luca: No a scelte barbare per la Mostra d’Oltremare

44
foto di Massimo Pica

“Mi auguro che le Universiadi non si trasformino in un disastro per un bene culturale di Napoli come la Mostra d’Oltremare, perchè l’autorità sportiva può pensare che sia più comodo mettersi lì ma io no. Ricordo che alla Mostra sono vincolati anche i giardini, è come mettere i prefabbricati sul prato di Capodimonte”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso del suo intervento nel salone degli specchi del Teatro San Carlo alla presentazione della prossima stagione del massimo napoletano. “Ho appreso – dice De Luca – che il San Carlo sta programmando eventi anche per le Universiadi 2019. Dio l’abbia in gloria. Un evento che ci vede in un paradosso tutto italiano. E’ stato inventato dalla Regione impegnando 170 milioni di euro dal Patto per la Campania più 100 milioni formalmente del governo ma sottratti sempre alla Campania. E’ una occasione per rinnovare gli impianti sportivi e per fare grande promozione turistica. Mi auguro semplicemente, ed essendo l’unico finanziatore dell’evento credo di avere qualche titolo per parlare, che non si trasformi in un disastro. Mi auguro che la Mostra non sia oltraggiata da scelte barbare che non hanno niente a che vedere con la cultura e lo sport”. “Siamo in Italia – conclude – e sono bizzarre certe corrispondenze: chi non caccia un euro parla e alza pure la voce ma questo fa parte della tradizione teatrale del ‘700. Non abbiamo bisogno di fare cose irragionevoli e non rispettose dei nostri beni”.