Universiadi, De Luca sul nodo villaggio: Ecco le alternative

52

Ci sono diverse alternative alla Mostra d’Oltremare per ospitare il villaggio delle Universiadi. Lo ribadisce il presidente della Regione Vincenzo De Luca, intervistato nella trasmissione Rebus di Canale 21. “La Mostra, per quello che mi riguarda, ha una gestione fallimentare con 30 milioni di euro di debiti: 7 milioni commerciali, 12 milioni di debiti con le banche, 7-8 milioni di contributi non versati ai dipendenti, già l’interlocuzione così è un po’ complicata. Se poi qualcuno pensa di fare il villaggio nella Mostra per avere poi ritrovarsi un accampamento di Rom o di varia umanità, io non sono d’accordo. A Napoli c’è la tendenza ad occupare tutto quello che si può occupare: auditorium, scuole, locali universitari. Un’alternativa alla mostra è stata individuata dal prof. Eduardo Cosenza di fronte all’ippodromo di Agnano. In questi giorni – continua – stavo pensando alla caserma Boscariello, un po’ lontana ma se pensiamo che a Seul, in Corea, il villaggio distava un’ora rispetto agli impianti, capiamo che questo non sarebbe un problema. Se ci fosse quella disponibilità, avremmo un’area custodita e avremmo la tranquillità che dopo le due settimane di Universiadi, il territorio verrà bonificato e le casette destinate alla protezione civile, come è giusto che sia”.