Universiadi, la strigliata di Malagò: Gravissimo se la Campania perde questa occasione

60
Il presidente del Coni Giovanni Malago' al salone d'onore del Coni per la settima edizione del premio Enzo Bearzot, Roma, 30 maggio 2017. ANSA/GIUSEPPE LAMI

“Sarebbe gravissimo se Napoli e la Campania perdessero l’importante opportunità delle Universiadi, ma siamo ottimisti perché siamo i campioni del mondo nel fare cose all’ultimo minuto soprattutto al Sud”. Lo ha detto il presidente del Coni Giovanni Malagò commentando i ritardi nell’avvicinamento alle Universiadi di Napoli 2019. “Io dal primo giorno – ha detto – ho sempre forzato la mano perché entrasse in campo il commissario. Si è perso un po’ di tempo su questo ma non è il momento delle polemiche. C’è la disponibilità da parte degli enti locali, il Coni ha messo tutta la sua forza lavoro con Coni Servizi ma ci sono alcuni aspetti temporali sulle gare e i bandi da prendere in considerazione. Ma ripeto, siamo ottimisti”. Ai cronisti che gli chiedevano del check di agosto a cui sarà sottoposta Napoli, Malagò ha risposto: “Il commissario Latella lo ha ricordato perché è una persona seria. Immagino ci sarà ad agosto ma anche più avanti. Il tempo a disposizione è poco ed è un attestato di serietà se uno dice ‘facciamo il punto nei prossimi mesi’. Ora l’importante è metterci tutti a remare nella stessa direzione”. Malagò ha ricordato che il Coni “ci ha messo la faccia su questa operazione e per questo sulla parte organizzativa abbiamo indicato Raffaele Pagnozzi”. “Ci siamo messi a disposizione con la squadra di dirigenti preposti. Ricordo che non sono persone che non hanno niente da fare, sono già sotto pressione per tutto quello che fa il Coni ma sono tutti disponibili a fare gli straordinari. E su questo – conclude – devo ringraziare anche Raffaele Cantone che è stato molto sensibile all’evento con l’Anac. La Federazione Sport Universitari conosce la capacità organizzativa del Coni e ora ci aspettiamo risultati anche da Napoli e dalla Campania”.