Università, al Suor Orsola si apre la settimana della sociologia

47

Dalla società della disinformazione all’utopia della meritocrazia. Da Michel Foucault a Pierre Bourdieu. Da domani fa tappa a Napoli, nell’Universita’ Suor Orsola Benincasa, la “Settimana della Sociologia”, promossa dalla Conferenza dei direttori dei Dipartimenti di Sociologia delle Universita’ italiane con il sostegno delle Associazioni scientifiche dei sociologi (Ais, Sisec e Siscc) e il patrocinio dell’Istat, dell’Irapp e dello Svimez. Una settimana di incontri, dibattiti e presentazioni di volumi con l’obiettivo, come spiega il sociologo Davide Borrelli, coordinatore scientifico delle tre iniziative del Suor Orsola, “di evidenziare la capacita’ della sociologia di leggere i mutamenti sociali in atto e di rimarcare soprattutto il ruolo delle Universita’ come sede privilegiata di un rapporto dialettico e virtuoso con le istituzioni e con gli attori sociali presenti sul territorio, in una logica di apertura e di confronto”. Appuntamento inaugurale domani alle ore 15 per una riflessione promossa, in collaborazione con l’Agom, sul tema dei “Giornalismi nella societa’ della disinformazione”. Un dibattito che partira’ da numeri e dati forniti dall’Osservatorio sul giornalismo e dal Rapporto sul consumo di informazione realizzati dall’Agcom e che coinvolgera’ gli allievi della Scuola di Giornalismo “Suor Orsola Benincasa” diretta da Marco Demarco. “Il processo di cambiamento del giornalismo si accompagna per di piu’ alla facilita’ con cui le notizie sono alterate da processi di manipolazione e di falsificazione – anticipa il commissario Agcom, Mario Morcellini – e per comprendere bene la crisi del giornalismo, non dobbiamo limitarci a censirne i cambiamenti ma dobbiamo puntare a spiegare profondamente il loro impatto anche sulla societa’ e sul concetto stesso di democrazia”. Mercoledi’ mattina alle 11.30 la presentazione del quarto numero della rivista di sociologia e scienze umane “Cartografie Sociali”. Appuntamento conclusivo della settimana quello di giovedi’ 18 alle 9.30 con la presentazione del volume di Be’ne’dicte Vidaillet “Valutatemi! Il fascino discreto della meritocrazia” alla quale prendera’ parte, tra gli altri, il console generale di Francia a Napoli, Laurent Burin des Roziers.