Università, in Campania Premio Artis Suavitas: 3mila euro alla migliore tesi laurea del 2020

140

Tremila euro per la migliore tesi di laurea discussa nel 2020 saranno messi a disposizione dall’associazione ‘Artis Suavitas APS’ che assegnerà il premio la prossima estate. La somma dovra’ essere utilizzata per l’iscrizione ad un master di secondo livello presso le universita’ campane, cosi’ come disposto dall’associazione, che ha l’obiettivo di favorire la valorizzazione e la promozione culturale del territorio. L’associazione, hanno sottolineato gli organizzatori del premio, intende stimolare la ricerca, la formazione e la specializzazione in ambito accademico ed attribuire un riconoscimento destinato alle tesi di laurea che abbiano saputo esprimere maggiore accuratezza, competenza e precisione. ”Al bando – afferma Antonio Larizza, presidente di Artis Suavitas – possono partecipare tutti i laureati o laureandi di qualsiasi facolta’ universitaria della regione Campania che avranno discusso la tesi e conseguito la laurea nel periodo dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020. Per la seconda edizione del Premio Artis Suavitas, in programma la prossima estate, l’Associazione ha stabilito che premiera’ la migliore tesi di laurea con un riconoscimento pubblico ed ufficiale e l’assegnazione di un contributo pari a 3mila euro lordi da utilizzare per l’iscrizione ad un Master di II Livello presso le Universita’ della regione Campania”. Le domande di partecipazione, scaricabili dal link https://www.artissuavitas.eu/bando-premio-artis-suavitas/, dovranno essere inviate, entro il 15 maggio prossimo, con posta elettronica certificata alla casella PEC della Segreteria organizzativa del Premio Artis Suavitas: smartsrls90@pec.it. La Commissione che giudichera’ il migliore elaborato sara’ composta dal Comitato scientifico del Premio Artis Suavitas, formata dal presidente Nicola Graziano, magistrato del Tribunale di Napoli, dal caporedattore responsabile del tgr Campania, Antonello Paolo Perillo, e da don Gianni Citro, parroco a Marina di Camerota e Lentiscosa (Salerno).