Università IUL, sei eventi formativi a Fiera Didacta Italia

10

FIRENZE (ITALPRESS) – L’Università Telematica degli Studi IUL sarà protagonista di Fiera Didacta Italia 2021 che si svolgerà da martedì 16 a venerdì 19 marzo, online. L’evento – promosso tra l’altro da Firenze Fiera, INDIRE, Ministero dell’Istruzione, Ministero dell’Università e Ricerca, Regione Toscana – riunirà i principali esperti del mondo della scuola.
“Anche quest’anno – dice il Presidente dell’Università IUL, Flaminio Galli (nella foto) – l’Ateneo telematico IUL parteciperà a Fiera Didacta con una proposta formativa di qualità. L’obiettivo è mettere a disposizione dei docenti e delle scuole di ogni ordine e grado, le competenze maturate nel corso degli anni nell’ambito della formazione online, uno strumento ormai necessario nella scuola del futuro”.
L’Università IUL contribuirà alla Fiera con l’organizzazione di sei eventi formativi rivolti a docenti e dirigenti scolastici, tutti validi per il rilascio dell’attestato di frequenza.
Il primo appuntamento organizzato dall’Università è in programma martedì 16, dalle 15 alle 17, con l’Educazione alla cittadinanza attraverso la natura, dedicato ai docenti della scuola dell’infanzia.
Sempre il 16 marzo, dalle 16 alle 17.30, il seminario Tutti in campo: realtà scolastiche e sportive a confronto, dove si discuterà dello sport come fenomeno culturale ed economico-sociale di grande impatto, che interessa politiche dell’ambiente, del turismo, della comunicazione, dell’educazione. L’incontro è rivolto ai docenti, soprattutto dei licei sportivi, con l’obiettivo di acquisire competenze specifiche per promuovere il valore educativo dello sport.
Giovedì 18, dalle 16 alle 17.30, si tiene il seminario per i dirigenti scolastici Il ruolo della Leadership come leva per l’innovazione: un’occasione per affrontare temi quali la governance per l’innovazione e il ruolo del dirigente scolastico come soggetto che può fare la differenza, ponendosi al centro di un modello di gestione della scuola basato sulla costruzione di capacità educative, didattiche e organizzative per il miglioramento. Sempre il 18 marzo, dalle 18 alle 20, previsto un workshop dal titolo Tra il digitale e l’analogico: usare le tecnologie per la continuità, nella fascia 0-6. Rivolto principalmente agli insegnanti della scuola dell’infanzia, l’incontro vuole portare all’attenzione spunti per attività concrete che sappiano conciliare strumenti digitali e materiale analogico. Un’occasione per sperimentare l’opportunità di utilizzo di tool tecnologici (video, realtà aumentata, fotocamera, smartphone) adatti ad implementare percorsi di continuità fra le due fasce d’età 0-3 e 3-6. Dalle 16 alle 17.30 di venerdì 19, sarà la volta del seminario Mrs Spelling e i Fumbles! Gli errori che divertono e insegnano”. Un laboratorio per illustrare ai docenti dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia le modalità con le quali guidare i bambini a mettere in pratica in classe e a casa il “percorso Fumbles”, un programma ludico-didattico interdisciplinare composto da video, esercizi, canzoni, scenette da recitare, app ed esperienze di realtà virtuale immersiva. Il percorso rappresenta anche un primo approccio alla metodologia CLIL nella scuola primaria.
Il programma di venerdì 19 chiude, dalle 18.30 alle 20, con il seminario Osservazione e Laboratori per lo sviluppo dell’intelligenza emotiva, dedicato allo sviluppo socio-emotivo nella scuola dell’infanzia. A partire da questo tema sarà proposta una riflessione su come osservare i bambini nel percorso 0-6 al fine di favorire un’accoglienza adeguata dei loro bisogni e proporre attività laboratoriali utili allo sviluppo emotivo e sociale, nonchè dell’autonomia del bambino.
(ITALPRESS).