Università, Manfredi (Crui): Eliminare le tasse non è la priorità

22
In foto Gaetano Manfredi

Per il rettore dell’Università Federico II di Napoli e presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), Gaetano Manfredi, l’eliminazione delle tasse universitarie così come proposto da Liberi e Uguali, “non è una priorità, nel senso che se ci sarà, come mi auguro, un grande investimento nell’Università, allora si potrà anche parlare di eliminare le tasse alle famiglie più ricche, ma nel momento in cui le risorse sono così modeste, bisogna prima investire sui bisogni primari: nei giovani ricercatori, nell’accesso alla ricerca da parte di tanti nostri cervelli che non riescono a stare all’interno delle università, e nel sostenere maggiormente i giovani che vengono da famiglie meno abbienti, con borse di studio più numerose e con servizi più efficienti”. Manfredi ne ha parlato con i giornalisti oggi a margine della prima giornata degli Stati Generali dell’Università di Bari. Ricordando che “quest’anno sono state già tagliate le tasse nella ‘no tax’ area”, Manfredi ha poi definito “fondamentale” il rientro dei cervelli: “Stiamo lavorando molto in questa direzione – ha detto – però abbiamo bisogno di più opportuna, quindi di più posizioni per ricercatore e professore”. “E anche – ha concluso – di condizioni di lavoro più efficaci: minore burocrazia e più investimenti in ricerca”.