Universitas Mercatorum, inaugurato a Roma l’anno accademico. Iervolino: Realtà in forte crescita

110

Inaugurato il 12esimo anno accademico dell’Universitas Mercatorum, Università telematica delle camere di commercio italiane, presso la sala del Tempio di Adriano. La giornata si è aperta con gli interventi del presidente dell’Universitas Mercatorum, Danilo Iervolino, il presidente della camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti; il direttore scientifico dell’Universitas Mercatorum, Francesco Fimmanò; il presidente di Unioncamere, Ivanhoe Lo Bello, Carla Di Francesco, segretario generale del Mibact. L’inaugurazione è stata accompagnata dall’intervento del rettore dell’Universitas Mercatorum, Giovanni Cannata. “L’Universitas Mercatorum è quella che è cresciuta di più, un’università inclusiva e proattiva e che si è qualificata tra tutti gli atenei come un’academy. E’ la prima università pubblico-privata che fa parte dell’Università Pegaso, con quote delle Unioncamere”, dice Danilo Iervolino. “Quando parliamo di rivoluzione digitale, l’Universitas Mercatorum rientra appieno in questo, non più refrattaria al cambiamento. È fatta di docenti, tutor, manager, di tanti supporti”, conclude Iervolino.
Il presidente della camera di commercio di Roma, Lorenzo Tagliavanti ha affermato: “Sono particolarmente felice di ospitare l’inaugurazione dell’Universitas Mercatorum al Tempio di Adriano, un luogo dove convivono passato e progettazione del futuro. Il nostro ateneo – dice – nasce dal mondo delle imprese, ha nel suo dna l’utilizzo delle tecnologie telematiche e per questo riesce a creare una forte legame tra il mondo accademico e le imprese attraverso l’innovazione tecnologica. È diventato punto fondamentale per le imprese – prosegue Tagliavanti – perseguendo e valorizzando la qualità del capitale umano. In un’epoca come quella attuale, soggetta a continui cambiamenti determinati principalmente dalla velocità dei progressi scientifici e tecnologici, il ruolo della formazione è ancora più strategico, in questo scenario l’offerta accademica deve stare al passo con i tempi. Un altro elemento è che la formazione legata al mondo del lavoro sarà un’attività che dovrà accompagnarci soprattutto nell’intera vita lavorativa e questo è quello che fa l’Universitas Mercatorum. Scegliere la Mercatorum è un investimento vincente. Roma – ha aggiunto – è da sempre sede di Università, quasi 40mila i laureati che ogni anno si laureano nella nostra città, siamo la città universitaria per eccellenza. Nella città di Roma non ci sono mai stati tanti imprenditori come in questo periodo. Il nostro compito è quello di aiutare i giovani e continueremo ad impegnarci per quello sui giovani è l’investimento più importante nel nostro Paese”, conclude il presidente della camera di commercio di Roma. “L’appuntamento annuale dell’anno accademico è uno dei più significativi di un ateneo. È significativa la presenza del ministero all’inaugurazione di questo anno accademico dell’Universitas Mercatorum – aggiunge – Le ragioni sono molteplici, dice Carla Di Francesco, segretario generale del Mibact. La prima è strettamente legata all’idea stessa di Universitas Mercatorum, Ateneo delle camera di commercio collegata alle imprese e ai territori di cui tende a valorizzare il capitale umano e del lavoro. Un altro elemento è collegato al metodo didattico direttamente collegata alle imprese italiane ed estere tramite il network delle camere di commercio. L’anno 2018 è l’anno europeo del patrimonio culturale quindi sono ulteriormente lieta che l’iniziativa di oggi abbia voluto dare rilievo a questa manifestazione europea”.