“Upside”, a Napoli prima competizione gaming orientata verso le tecnologie emergenti

65

Il 28 e 29 giugno, Napoli, città ricca di storia e tradizione, diventa il palcoscenico di una sfida tecnologica innovativa nel mondo del gaming: Upside, la prima competizione gaming orientata verso le tecnologie emergenti. L’evento si terrà presso la prestigiosa sede della Mostra d’Oltremare.Il progetto è realizzato nell’ambito dell’avviso pubblico per la selezione di proposte progettuali da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit), con un partenariato costituito da: Università degli studi della Campania Luigi Vanvitelli, ente capofila del progetto, Mkers Spa, Politecnico di Bari, Windtre e il Centro di Competenza Meditech.Durante i due giorni dell’evento, Upside offrirà una panoramica completa sulle tecnologie emergenti. Al centro di Upside c’è la connessione 5G, elemento chiave del progresso tecnologico su cui il MIMIT sta investendo. Il sostegno del MIMIT è cruciale per promuovere l’adozione delle nuove tecnologie per lo sviluppo e l’intrattenimento digitale. Le altre tecnologie che accompagnano il 5G all’evento sono la Realtà Virtuale, l’Intelligenza Artificiale e la Cybersecurity.

Upside si concentra su una competizione tra squadre, dove abilità, strategia e innovazione tecnologica si fonderanno per offrire un’esperienza di gaming all’avanguardia. Inoltre, saranno organizzati convegni istituzionali che approfondiranno i trend delle nuove tecnologie, favorendo il dialogo tra esperti del settore e istituzioni.

L’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli si occuperà della ricerca e dell’analisi dei dati raccolti attraverso l’applicazione Upside e le infrastrutture 5G sviluppate appositamente per l’evento. Inoltre, attraverso questionari specifici, l’Università elaborerà report e statistiche, contribuendo alla comprensione dell’impatto delle nuove tecnologie nel mondo del gaming. Infine durante tutto l’evento verrà effettuato un monitoraggio dell’inquinamento elettromagnetico per valutare la eco-sostenibilità di questi eventi.Il Politecnico di Bari studierà l’applicazione di tecnologie di Intelligenza Artificiale, IoT e Blockchain per mettere a punto strategie di gioco più evolute e nuove tipologie di interazione.