Usa, apre a New York un Centro di ricerca sull’arte italiana contemporanea

16
(foto di Marco Anelli © 2017)

Magazzino Italian Art Foundation annuncia l’apertura del suo nuovo Centro di ricerca sull’arte italiana del dopoguerra e contemporanea a New York e inaugura un programma annuale di borse di studio (Fellowship Program) con la nomina di Francesco Guzzetti, quale primo studioso invitato in residenza presso la sua sede. Il nuovo Centro di ricerca si trova nell’edificio di ‘Magazzino Italian Art Foundation’ nell’Hudson Valley – progettato dall’architetto Miguel Quismondo – adiacente alle gallerie espositive, ed ospita una vasta biblioteca con più di quattromila pubblicazioni, oltre trecento libri rari e archivi di arte e design italiano dagli anni Cinquanta del Novecento ai giorni nostri. Destinato a rafforzare la missione educativa di Magazzino, offrirà a studiosi, ricercatori, studenti e visitatori l’opportunità di approfondire l’arte contemporanea italiana e le opere della collezione. Il nuovo programma di borse di studio di ‘Magazzino’ (Fellowship Program) assegnerà finanziamenti a studiosi emergenti di diversa provenienza che perseguano un progetto di ricerca indipendente, attivando e ampliando così le iniziative di Magazzino. Il primo beneficiario del nuovo Fellowship Program di ‘Magazzino’ è Francesco Guzzetti, uno studioso del movimento dell’Arte Povera che ha conseguito un post-dottorato presso l’Università di Harvard e la tesi di dottorato presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.