Usa, Columbus Day: l’orgoglio italiano in piazza a Washington e New York

20

L’Ambasciatrice italiana negli Usa, Mariangela Zappia, ha partecipato alle tradizionali celebrazioni del Columbus Day organizzate dalla National Christopher Columbus Association presso il monumento di Colombo nel centro di Washington.

“Grazie alla visione e al coraggio di un italiano straordinario, Cristoforo Colombo, il 1492 è diventato uno spartiacque che ha segnato l’inizio di quella che oggi chiameremmo ‘globalizzazione’, aprendo una rotta che ha cambiato profondamente i nostri due continenti”, ha commentato l’Ambasciatrice nel suo intervento, rilevando che “Colombo simboleggia l’identità e la piena integrazione degli italo-americani, che nell’esploratore ritrovano con orgoglio le proprie radici italiane”.

“La proclamazione del presidente Biden sul Columbus Day – ha sottolineato Zappia – cattura perfettamente lo spirito delle celebrazioni, valorizzando il contributo degli italo americani al successo degli Stati Uniti e alla promozione dell’amicizia tra i nostri due Paesi, alimentata in primo luogo dai legami tra i due popoli”.

L’istituzione del ‘Columbus Day’, decisa dal presidente Harrison nel 1892 dopo il tragico linciaggio di 11 italiani a New Orleans l’anno precedente, ha segnato l’avvio di una nuova era per l’integrazione della comunità italiana nella società americana. Alle celebrazioni, organizzate dalla National Cristopher Columbus Association, sono intervenuti il presidente dell’associazione, James P. McCusker, la vice presidente della National Italian American Foundation e l’ambasciatore di Spagna, Santiago Cabanas.

Manifestazioni si sono tenute anche in altre città degli Stati Uniti. A New York in particolare si è svolta la tradizionale Parata del Columbus Day, giunta alla 78ª edizione, con migliaia di persone che sulla Quinta Strada hanno celebrato il patrimonio culturale italoamericano.