Usa, cuore italiano per la nuova “Onda” di Miami

62

Un nome italiano, come anche la mano imprenditoriale made in Italy che la sostiene, accompagna la nascita di Onda, un lussuoso building di 41 appartamenti su 8 piani, piscina sul tetto, centro fitness all’avanguardia e spa esclusiva, che verrà costruito a Miami sulla splendida baia di Harbor Islands, con un porto turistico privato ed ampie vedute della baia di Biscayne e del parco naturale di Haulover. Ad occuparsi della costruzione, che partirà in autunno e sarà completata per il 2023, saranno due società americane specializzate nel real estate high-end ma con un cuore tutto italiano: la Morabito Properties dell’imprenditore romano Valerio Morabito e la Cmc Group di Ugo Colombo (un milanese che dopo gli studi in Svizzera si è trasferito in Florida nel 1983) che, tra le opere realizzate, annovera anche la costruzione, nel 2016, del grattacielo più alto di Miami, di ben 224 piani. Della promozione del prestigioso progetto residenziale si occuperà Tecma Solutions, tech company di Milano, che conta su un team di oltre 100 professionisti, con circa 300 progetti all’attivo in Italia e all’estero, dagli Stati Uniti a Dubai, dalla Svizzera al principato di Monaco. L’edificio di Miami verrà inserito all’interno della piattaforma tecnologica elaborata dall’azienda milanese che, inoltre, sta costituendo anche un settore per portare in Italia il “Build to rent” (costruire per affittare), collaborando con Morning Capital, società di agency immobiliare milanese che gestisce oltre 3mila unità immobiliari residenziali in Italia. Tramite la piattaforma elaborata da Tecma sarà possibile scegliere via web come arredare e personalizzare il proprio appartamento, visualizzando direttamente le scelte effettuate, dagli accessori per interni fino all’arredamento outdoor per terrazzi e logge, mentre il gestore dell’immobile potrà organizzare la fase precedente all’ingresso dell’inquilino e, inoltre, accedere ai servizi di manutenzione dell’appartamento e di gestione degli spazi comuni dell’edificio durante il periodo di locazione e post locazione. Onda, un nome anch’esso tutto italiano, che richiama le forme sinuose della struttura, progettata dal peruviano Bernardo Fort-Brescia, avrà gli interni ideati da Carlo e Paolo Colombo di A++Human Sustainable Architecture di Lugano, mentre tutta la parte del verde è stata affidata al paesaggista svizzero Enzo Enea.