Usa, da Modena la pizza artigianale preferita dagli americani

286

È una azienda emiliana la prima esportatrice negli Stati Uniti di pizze surgelate cotte in forno a legna e la prima ad aver aperto dall’Europa la strada a questo prodotto sulle tavole degli States. Italpizza – fondata nel 1991 da Cristian Pederzini a Castello di Serravalle, nel Bolognese – lo scorso anno ha sviluppato un volume d’affari di 170 milioni di euro, di cui il 60% sui mercati esteri ripartito in 54 Paesi. A rafforzare il suo processo di internazionalizzazione e le controllate estere della società – che sforna circa 120 milioni di pizze all’anno sia a marchio proprio, che a marchio dei principali retailer al mondo, impiegando oltre mille addetti – arriva l’emissione di un minibond da 20 milioni di euro, sottoscritto da UniCredit e garantito al 70% da Sace. L’operazione è strutturata con un piano di ammortamento ad hoc sulle specifiche necessità aziendali e prevede una durata di 72 mesi. “Un grande segno di fiducia ricevuto” afferma il direttore generale dell’azienda Andrea Bondioli che “ci permetterà di investire ulteriormente nel progetto di internazionalizzazione in una logica sovranazionale ed a lungo termine. Attualmente il 60% del volume d’affari di Italpizza lo sviluppiamo all’estero, ma quasi esclusivamente a marchio delle catene di distribuzione. L’evoluzione dei mercati suggerisce di diversificare i modelli distributivi intensificando, come è avvenuto per il mercato italiano, la distribuzione anche del nostro marchio che è sinonimo di prodotti d’alta qualità. Una “eccllenza italiana” le parole di Andrea Burchi, regional manager Centro Nord UniCredit mentre Marco Mercurio, responsabile segmento Mid Corporate Centro-Nord di Sace evidenzia che Italpizza “nonostante il contesto pandemico, punta ai mercati internazionali come opportunità di crescita del proprio business”. L’azienda, che ha il suo quartier generale dal 1998 nello stabilimento di ben 20mila metri quadrati di S. Donnino, nel Modenese, si distingue sul mercato per un modello di business basato sulla capacità di replicare le modalità produttive della pizzeria tradizionale in forma industriale, con un esclusivo processo artigianale che comprende una lievitazione degli impasti per oltre 24h, una stenditura e farcitura manuale del prodotto ed una cottura esclusiva nel forno a legna. I prodotti lievitano oltre 24 ore, senza l’aggiunta di additivi chimici. Tutte le pizze sono stese a mano in modo tale che la struttura della pasta rimanga intatta dopo la lunga lievitazione. La cottura avviene su forni a legna, alimentati con legna di quercia e faggio e dotati di un sistema di aspirazione che impedisce ai fumi di entrare in contatto con le pizze. Nel 2008 Italpizza viene ceduta al 90% al gruppo inglese Bakkavor, leader nella produzione di prodotti freschi mentre l’altro 10% resta nelle mani del fondatore ma nel 2014 viene avviato un processo di riacquisizione aziendale, dettato dalla volontà di rilanciare un marchio e una produzione italiana sul mercato nazionale. Nel 2015 l’azienda torna al 100% di proprietà di Christian Pederzini e, pur continuando a produrre pizze per conto terzi, entra nel mercato direttamente con il proprio marchio e un formato rettangolare. (BIG ITALY / alg) 081555 APR 21