Usa, Draghi primo leader italiano a ricevere il Distinguished Leadership Award

149

Il premier Mario Draghi sarà il primo leader italiano ad essere insignito dall’ Atlantic Council – durante la sua visita a Washington la prossima settimana – del Distinguished Leadership Award, un prestigioso riconoscimento assegnato ogni anno a persone che hanno contribuito alla missione del think tank di “influenzare insieme il futuro globale”. Il capo del governo italiano lo riceverà per la sua leadership internazionale. Insieme a lui, l’11 maggio, saranno premiati l’amministratore delegato dell’Eni Claudio Descalzi (per la leadership imprenditoriale) e due rappresentanti dell’Ucraina: l’ambasciatrice di Kiev a Washington Oksana Markarova e la cantante Jamala, vincitrice del concorso Eurovision nel 2016, che ha accettato il riconoscimento (per la leadership artistica) per conto di tutti i colleghi del suo Paese. “Si tratta di un riconoscimento di altissimo livello ma che non ci sorprende, visti il prestigio e la stima di cui gode il Presidente Draghi anche negli Stati Uniti, dove Time lo ha inserito nella lista delle 100 persone più influenti del mondo nel 2021, per fare un esempio recente”, ha detto all’ANSA l’ambasciatrice dell’Italia in Usa Mariangela Zappia. “È significativo tuttavia – aggiunge – che il riconoscimento provenga da uno dei più autorevoli think tank americani, il cui presidente ha identificato Mario Draghi quale modello e punto di riferimento stabile in questa fase di grandi incertezze, evidenziando in particolare la sua leadership internazionale. “Draghi – sottolinea – è il primo leader italiano a ricevere questo premio, che tra le motivazioni menziona i risultati raggiunti nel guidare l’Italia nelle molte sfide poste dalla pandemia, riaffermando l’importanza del ruolo dell’Italia in Europa e oltre. Si tratta quindi di un riconoscimento esteso al nostro Paese, alla nostra capacità di affrontare e superare il Covid – ammirate anche da personalità del calibro di Anthony Fauci -, al dinamismo della nostra ripresa economica con le riforme e gli investimenti del Next Generation EU, al ruolo di impulso che rivestiamo in Europa”.